Cerca

Rutelli, Emiliano, Diliberto Quelli che... meglio cretini

La sinistra ormai è unita solo dalle reazioni agli scandali: piuttosto che ammettere le proprie responsabilità conviene passare per fessi

Rutelli, Emiliano, Diliberto Quelli che... meglio cretini

C'è qualcosa che unisce la sinistra proprio in questo momento in cui le spaccature sono la sua cifra distintiva. E' l'atteggiamento tenuto dai vari esponenti. da Rutelli a Emiliano fino a Diliberto, rispetto ai diversi scandali che li hanno coinvolti in queste settimane. Piuttosto che ammettere una responsabilità preferiscono passare per cretini. Come scrive Massimo Gramellini sulla Stampa, "vivono a loro insaputa". L'ultima in ordine di tempo è la reazione di Oliviero Diliberto fotografato accanto alla manifestante che indossava la maglia con la scritta "Fornero al cimitero", invece di chiedere scusa, ha detto che lui non aveva visto quelle parole offensive (Guarda il video che lo sputtana). Da Roma a Bari, cambia la forma ma non la sostenza.

"Fornero al cimitero, video che sputtana Dliberto", guarda il video su LiberoTv


Il sindaco Michele Emiliano che, secondo il pm ha ricevuto dagli imprenditori Degennaro, ostriche e champagne ha scaricato la colpa al ventennio berlusconiano e ha, di fatto, tradotto in parole l'atteggiamento tenuto dalla sinistra: "Datemi del fesso, non del ladro". Anche Rutelli preferisce passare per un ingenuo, un sempliciotto che ha visto sparire sotto i suoi occhi e per mano del suo ex fidato tesorire Luigi Lusi, 20 milioni di euro. Gramellini cita anche il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, che ha scritto un messaggio su trwitter contro Pisapia e poi ha detto di aver schiacciato il pulsante del telefonino per sbaglio. "Tutti allievi di mastro Scajola, vivono a loro insaputa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jacaree1

    23 Marzo 2012 - 12:12

    in effetti questa è la vera domanda: ma chi è diliberto?

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    23 Marzo 2012 - 11:11

    E' inutile sperare,tanto loro non cambieranno mai ,quelo che manca a questi politici è: L'ONESTA' E LA VERGOGNA , tutti a casa FALLITI:::: Nel 2011, tutti i patiti ,Regioni, provincie e Comuni,hanno elletto 35.000 giovani al disotto dei 35 anni,giovani colti,laureati e intelligenti. Perchè non si prendono 500 di questi giovani e li mettiamo a Govrtnare al posto degli ex.1000 Parlamentari FALLITI ?Ci costerebbero la metà , e con l'altra metà che si risparmierebbe, se vogliamo possiamo pagare la pensione MINIMA agli ex. Parlamentari, con la stessa spesa avremmo rinnovato il Governo e messo in pensione tutti gli approfittatori, dovrebbero ringraziarci per questo . Gli avete visti quando vanno nelle trasmissioni TV,tutti hanno la ricetta pronta,tutti sanno quello che bisogna fare per salvare l'Italia, tutti Professori, la domanda viene spontanea , ma perchè non l'hanno fatto ? Perchè si sono ritirati ? FALLITI VIA TUTTI, il più pulito ha la rogna, VERGOGNA.....

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    23 Marzo 2012 - 09:09

    In veneto esiste un proverbio che recita(più o meno):ze sempre ben aver do schei de mona in scarsela.Solo che nei casi citati non si tratta di do schei ma di milioni.E non poteva essere altrimenti.

    Report

    Rispondi

  • bbcasignano

    22 Marzo 2012 - 23:11

    mandiamoli tutti a casa questi sepolcri imbiancati

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog