Cerca

Altro che "Padania libera" Secessione la fanno i sardi

Il Consiglio regionale approva un odg del Partito d'azione che chiede la verifica delle ragioni della permanenza dell'isola in Italia

Altro che "Padania libera" Secessione la fanno i sardi

Sono vent'anni che in Padania la Lega Nord blatera di indipendenza e di secessione. Ma nemmeno sul federalismo ha cavato un ragno dal buco. E mentre Bossi e i suoi urlano a "Roma ladrona", dove per giunta ora risiede l'odiato Monti, in Sardegna passano dal dire al fare: il Consiglio regionale isolano ha infatti approvato un ordine del giorno del Partito sardo d'azione nel quale, sostanzialmente, si chiede di avviare una discussione sulle ragioni dell'appartenenza allo Stato italiano. Una cosa che non si è mai fatta prima in nessun angolo d'Italia, Sudtirolo compreso. "Vogliamo discutere e verificare con le altre forze politiche e con i rappresentanti della società civile sarda le ragioni dello stare in Italia" spiega il capogruppo del Partito sardo d'azione, Giacomo Sanna. La mozione è stata approvata con 31 voti favorevoli e 25 contrari. hanno detto sì, oltre al Psdaz, Sel, Idv, udc, Fli, Api e una parte del Pdl. Contrari, invece, Pd e i Riformatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    24 Marzo 2012 - 11:11

    Caro il mio solone sardo, ribadisco ancora che i tuoi conterranei al contrario di te hanno tutte le ragioni per chiedere la secessione, visto che l'autonomia gia ce l'hanno. L'Italia federale è la grande tradita che volevano i nostri avi dell'800, penso a Cattaneo, a Mazzini e anche a Garibaldi e ai tanti patrioti che hanno dato la vita per questo. L' Italia federale tradita dal "re galantuomo" V.E.II che tanto galantuomo non era (e non era nemmeno figlio di Carlo Alberto ma di un macellaio) per aver fatto sparare sulla popolazione che chiedevà più libertà a Genova nel '48 uccidendo più di 500 persone e per aver fatto annessioni forzate e sanguinosissime come nel SudItalia e poi con i brogli ellettorali nel Veneto, che aveva una occasione d'oro per riacquistare la sua indipendenza concessa dall'Austria nel 1866 . A questo proposito le ricordo che la gloriosa Repubblica Veneta fu indipendente per più di mille anni, fimchè non venne quel maledetto schifoso di Napoleone a distruggerla

    Report

    Rispondi

  • fumonero

    24 Marzo 2012 - 11:11

    forse anche i sardi ne hanno pieni i marroni dei politici come dei professori.

    Report

    Rispondi

  • corto lirazza

    24 Marzo 2012 - 10:10

    così vediamo come fanno senza gli aiuti del resto del paese

    Report

    Rispondi

  • a.gramsci

    24 Marzo 2012 - 10:10

    Per siaimarchetti. Ho notato che nella risposta precedente a quella che hai dato a me hai decantato i Sardi. Hai ragione siamo brava gente, ma ti faccio notare che siamo anche dignitosi e poco abituati ad usare il turpiloquio, mentre tu lo usi abbondantemente. Ma poco importa e sono affari tuoi, ognuno parla e scrive come può e sa fare. Ti do ragione sul fatto che le altre nazioni pensano ai loro interessi e che i nostri politici sono corrotti. Compresi i tuoi capi leghisti. Definiscono Roma ladrona, ma vanno a mangiarci e pensano a sistemare parenti, amici e conoscenti. Sarebbero queste le persone nuove? Gente che ha governato per 20 anni pensando ai cavoli propri ?E voi ci cascate ancora? Inoltre, mi pare che per te i diritti umani siano un optional, qualcosa di poco importante. Povero te e chi la pensa come te. Siete una massa di egoisti e volete la secessione, non per motivi storici e culturali, ma solo per non pagare le tasse.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog