Cerca

Alfano: Art 18, niente minacce La Russa infuriato con Monti

Le reazioni del Pdl alla riforma del lavoro. Il segretario: "Niente ritocchi al ribasso". Il coordinatore: "Decisione ddl molto grave"

Alfano: Art 18, niente minacce La Russa infuriato con Monti

Il governo "ha fatto un buon lavoro". Angelino Alfano accoglie con soddisfazione il ddl sulla riforma del lavoro varato dal Consiglio dei Ministri che però, di fatto, rimanda tutto al Parlamento. La formula usata dall'esecutivo, "salvo intese", infatti, dà potere di modifica del testo alle Camere e ora inizierà una corsa contro il tempo. E mentre le Commissioni Lavoro di Montecitorio e Palazzo Madama scaldano i motori, il segretario del Pdl avverte già Pier Luigi Bersani e il Pd: "Se il punto di equilibrio raggiunto dal governo sull'articolo 18 si tocca in Parlamento nessuno può immaginare che si tocchi da un solo lato e con modifiche di un solo colore". "Se si modifica l'articolo 18 - anticipa Alfano - è probabile che noi modificheremo anche altri aspetti del disegno di legge". Insomma, il governo non ha blindato la mobilità in uscita ma il Pdl nell'eventualità di un "ritocco al ribasso" imposto dal Pd (e già annunciato da Bersani) metterebbe sul piatto "alcuni interventi che portano indietro sul piano della flessibilità in entrata".

La Russa arrabbiato -  Al coordinatore nazionale del Pdl Ignazio La Russa, però, a non andar giù è la decisione di procedere alla riforma del lavoro con un ddl anzichè per decreto così come avvenuto per le liberalizzazioni: "E' una decisione molto grave e rischia di creare squilibri politici e modificare in peggio il risultato sin qui ottenuto su una riforma cosi importante", prevede il deputato ed ex ministro azzurro, che poi annuncia: "Chiederò al segretario Alfano e al presidente Silvio Berlusconi di convocare al più presto un ufficio di presidenza del partito per valutare le necessarie misure da adottare in sede politica e parlamentare".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leo14

    24 Marzo 2012 - 00:12

    Spero che Berlusconi si decida quanto prima a far cadere questo governo che non è capace m sta rovinando solo tutti per fare bella figura in europa ... questo perchp a tutti i costi hanno voluto mandare a casa Berlusconi scoprendo , solo adesso , che Berlusoni non è il problema...

    Report

    Rispondi

  • leo14

    24 Marzo 2012 - 00:12

    Il pdl , a differenza di quello che tu possa pensare , vale più di quanto tu immagini e non dimenticarti che ancora oggi è il primo partito italiano. Fa bene a contestare il pdl e sono sicuro che così non faranno passare questo decreto ingiusto , ci lamentiamo che in Italia c'è molto precariato ed adesso diamo anche la libertà a chiunque di licenziare..... Questo governo sta facendo più danni della famosa bomba lanciata a Iroshima , ma dico c'era bisogno di questo governo per fare le cose che si sono fatte? c'era bisogno di professori? Avevano detto che avrebbero trasformati i contratti precari a tempo indeterminato ed invece non è così , avevano fatte tante altre promesse ed invece non è così.... Per fortuna che c'è il PDL che fa gli interessi degli italiani ...... Io se approvano questo decreto prometto che vado a protestare in piazza , adesso basta , si sta veramente esagerando , il vero problema è che chi è sazio non può sapere dei problemi che ha la gente!!!!! vergognaaaa....

    Report

    Rispondi

  • ettorevita

    23 Marzo 2012 - 23:11

    Ma perchè siete ossessionati da Berlusconi? Possibile che offusci così tanto la vostra intelligenza? Il PDL ha molto da dire a bersani e compagni. E berlusconi è un grande. E non ha fatto solo la televisione.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    23 Marzo 2012 - 22:10

    Il suo discorso vale: ''se il PD protegge il lavoratore, noi chiederemo di danneggiarlo all'assunzione''. Ma se va avanti cos' troverà nell'urna solo la sua scheda. Sì, gli manca il quid anche nei pantaloni: é emigrato in testa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog