Cerca

Passera, dove sei finito? Ministro tradito da ambizioni

Il titolare dello Sviluppo scomparso nel momento più caldo. Pensa più agli equilibri politici che alle riforme, ma così rischia

Passera, dove sei finito? Ministro tradito da ambizioni

Nel governo di Mario Monti c'è un giallo. Dov'è finito Corrado Passera? Il ministro dello Sviluppo doveva essere il premier-ombra, il galletto in grado di sparigliare le carte e decidere tanto, forse pure troppo: liberalizzazioni prima, quindi commissioni bancarie, e ora riforma del lavoro. Più che premier-ombra, Passera è stato proprio un'ombra. Anzi un fantasma. Anche i suoi continui richiami alla sovranità del parlamento" e al "massimo consenso" da ricercare in Aula più esempi di correttezza istituzionale sembrano ricordi da Balena bianca. Forse è proprio l'ambizione neocentrista e neodemocristiana del ministro a ispirargli tanta cautela. Il rischio è che, a forza di pensare più al suo futuro partito e alla poltrona di Palazzo Chigi, Passera venga sorpassato in corsa da Luca Cordero di Montezemolo.

 

Leggi l'articolo di Claudio Antonelli
su Libero in edicola oggi, sabato 24 marzo

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AG485151

    24 Marzo 2012 - 20:08

    dove sono le privatizzazioni con cui si rilancia l'economia ? E dove sono le liberalizzazioni con cui si rilancia il mercato ? E dove sono le smobilizzazioni del patrimonio pubblico con cui si azzera il debito ? E dove sono i tagli alla spesa pubblica con cui non si forma più il debito e si risparmiano soldi per investire e per diminuire le tasse ? VADA A CASA. LEI E' PEGGIO DI QUELLO DI PRIMA.

    Report

    Rispondi

blog