Cerca

Riforma, Elsa difende la creatura "Peccato che non piaccia a tutti"

Il ministro parla al Forum di Confcommercio: con le nuove regole le aziende non lasceranno più l'Italia

Riforma, Elsa difende la  creatura "Peccato che non piaccia a tutti"

Elsa Fornero difende la riforma, lo fa al Forum di Confcommercio a Cernobbio, esprime il suo rammarico perché la riforma non è condivisa da tutta, spiega le sue ragioni: "Questa è una scommessa sul mercato del lavoro per rendere l'economia italiana maggiormente attrattiva rispetto a disinvestimenti, ad aziende che magari chiudono qui per aprire in Serbia. Non ci sembra che questo sia un cambiamento che stravolge i diritti. Non ci sembra di calpestare i diritti, nè di creare motivi per gravi tensioni sociali. Vorrei che gli imprenditori dicessero: 'In Italia si può investire, non è più un Paese che erige cittadelle, è un Paese nel quale si può competere e scommettere nel riconoscimento del merito". Il ministro del Lavoro e del Welfare spiega che la riforma approvata dal governo è finalizzata a «rendere più dinamico il mercato italiano e ad aumentare strutturalmente l'occupazione». Poi frena: "Nel 2013 sarà difficile creare nuovi posti di lavoro, perchè saremo ancora in crisi. Inoltre la riforma, ha spiegato il ministro, punta a migliorare la produttività dell'economia italiana. Il lavoro 'usa e gettà non può essere produttivo"

L'appello agli imprenditori  "La durata del contratto può essere di 36 mesi e cercate di farli di quasi 36 mesi dove è   possibile". E’ l'appello che il ministro del Lavoro Elsa Fornero ha  rivolto oggi ai datori di lavoro riuniti a Cernobbio.   "E' chiaro - ha precisato il ministro - che, se uno ha bisogno per un mese, lo farà per un mese, ma non può essere generale". Il   governo ritiene che ci siano "flessibilità buone da preservare. Qui abbiamo adottato il concetto che la flessibilità è un fattore produttivo per l’impresa, e i fattori produttivi hanno un costo: se   vuoi un pò più di flessibilità rispetto al contratto dominante,   paghi qualcosa in più".   "Di qui - ha concluso il ministro - il contributo che è stato   lungamente contrastato e che contiene anche un premio alla   stabilizzazione. Se dopo il contratto di lavoro a tempo determinato   stabilizzi, avrai una restituzione parziale, non totale, di quello che  hai pagato prima. Questo è un buon principio che tiene il contratto   in vita, lo rende un pò più lungo di quanto non sia attualmente". Il ministro è convinta che la mobilità morirà nel 2017 "se non stravolgono le cose che abbiamo fatto".

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ortensia

    24 Marzo 2012 - 13:01

    Perche' ha l'intima convinzione, anzi la certezza, di essere un Dio.

    Report

    Rispondi

  • VermeSantoro

    24 Marzo 2012 - 13:01

    Coccodrilla prima sodomizza poi vorrebbe che le vittime ringrazino... ci vuole una bella faccia tosta.

    Report

    Rispondi

  • freefaber

    24 Marzo 2012 - 12:12

    Notari, farmacisti, avvocati ed affini...la riforma deve partire da li! via tutti gli ordini, via tutte le incompatibilità, via tutti gli orpelli che hanno reso queste professioni quasi come feudi medievali. serve una nuova magna carta libertatum che metta al bando una volta per tutte questa impalcatura di privilegi! Liberare l'Italia da questo gesso secolare è la riforma più liberale e liberista che si può fare.

    Report

    Rispondi

  • soleados

    24 Marzo 2012 - 12:12

    Cara Dr.ssa Fornero, mi permettera' di esprimerle qualche considerazione personale:avrei applaudito alla "sua" riforma se il modo di agire del Governo, di cui Lei fa parte, fosse stato, a mio parere coerente. Invece, avete assunto un atteggiamento "duro" coi piu' deboli del sistema, pensionati e lavoratori, e "debole" con i piu' forti, vedi la vostra retromarcia con banche,tassi',avvocati,farmacie. Come popolo minuto, non abbiamo piu' sangue da dare! No, cosi' non va: per quello che le puo' importare, avete perso la mia "simpatia". La saluto!

    Report

    Rispondi

blog