Cerca

Tra tasse e inesperienza: perché Monti può cadere

Il Pd tende la trappola al premier sull'articolo 18, Mario confessa: "Potrei lasciare". Paga anche la sua presunzione. Al voto a ottobre?

12
Tra tasse e inesperienza: perché Monti può cadere

 

Il premier Mario Monti, per la prima volta dal suo insediamento, ha detto che potrebbe anche lasciare. A sparigliare le carte è sempre la riforma del lavoro, nel dettaglio l'articolo 18. Il professore ha spiegato che se la riforma non piace all'Italia, ai partiti e alle parti sociali, il passo indietro non sarebbe un'ipotesi impensabile. E come spiega il direttore di Libero, Maurizio Belpietro, nell'editoriale in edicola oggi, martedì 27 marzo, se passa la modifica dell'articolo 18 il Pd perde elettori: per questo l'unica strada che ha per salvarsi è mandare a casa i professori e tornare a Palazzo Chigi.

Il bivio - Belpietro continua spiegando che "il premier è a un bivio: o tira diritto con la riforma, mettendo in conto il rischio di fare le valigie, o fa un passo indietro e si arrende a Pd e sindacati". Ma a giocare contro il governo tecnico, continua il direttore, c'è anche il fatto che "l'inesperienza e la presunzione" non fanno la storia. "Anzi: qualche volta fanno danni". E per ora ci hanno portato anche un mucchio di tasse. Ecco perché il governo di Monti, tra veti dei partiti, scivoloni e un'impopolarità crescente, potrebbe anche cadere: si potrebbe votare già a ottobre.

 

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro su Libero in edicola oggi, martedì 27 marzo

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ingenuo39

    27 Marzo 2012 - 19:07

    Adesso che ha tassato solo noi, non ha fatto niente contro i privilegi della Casta, non ha ridotto i parlamentari, non ha ridotto gli sprechi, le auto blu (possibile che solo i nosrri debbano andare al lavoro co la macchina della Ditta e non a spese loro come fanno tutti ), le scorte (credo che la Regina d'Olanda non abbia la scorta) inutili perchè non servono a proteggere la persona (penso che servono solo a proteggerli dal popolo incazzato dal loro comportamento). VUOLE ANDARSENE? Prima faccia quello che tutti gli Italiani onesti vogliono da Lui ( che non è stato eletto) e poi puo andare dove vuole.

    Report

    Rispondi

  • uomo-qualunque

    27 Marzo 2012 - 19:07

    Tra 2 mesi la gente vedrà finalmente le cose fatte da Monti (farà i conti), stipendi piú scarsi, aumento tasse sulla casa, aggiunto a benzina alle stelle. A quel punto la pentola sarà pronta per esplodere. I partiti che hanno dato il voto a Monti pagheranno nelle urne. Soltanto IDV e Lega aumenteranno il loro %. Del paese cosa sarà? Meglio non imaginarlo, ma chi governerà si preoccuperà di allentare la corda (o cappio se volete) e verrà ringraziato. Insomma, le banche hanno piazzato la persona giusta al momento giusto (Monti), e lui potrà lasciare, non occoorrerà piú. Noi popolo italiano, ignorante per natura, ancora non abbiamo capito come è andata in Islanda, dove la crisi era peggiore. Alle banche li hanno prese a calci e non hanno pagato un soldo. Qui da noi paga sempre Pantalone.

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    27 Marzo 2012 - 19:07

    condivido una per una le Sue parole. cordialità - m.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media