Cerca

Promessa cinese a Monti : "Investiremo in Italia"

Il presidente Ho Jintao ha rassicurato il premier: dirà alle grandi aziende di investire nel vostro Paese. Mario incassa complimento di Obama

Promessa cinese a Monti : "Investiremo in Italia"

A Seul Monti incassa i complimenti di Obama che lo incoraggia ad andare avanti e riconosce "il ruolo molto importante dell'italia" e ha dato appuntamento al premier nel mese di maggio per il G8 di Camp David previsto nel prossimo mese di maggio. Anche il presidente cinese Ho Jintao, che ha Seul ha promesso di impegnarsi in prima persona per incoraggiare le grandi aziende del suo Paese a guardare all'Italia: "Suggerirò a tutte le autorità e alla business community cinesi di investire in Italia". A Seul Monti ha incontrato anche il suo collega spagnolo Mariano Rajoy con cui ha finalmente chiarito l'equivoco nato da alcune parole pronunciate a Cernobbio, quando, parlando della situazione economica europea ha espresso rammarico per la situazione spagnola per un possibile contagio ad altre nazioni. Ovviamente, le sue parole non sono piaciute a Madrid. Infatti Monti ha chiarito che l'equivoco è nato da una cattiva interpretazione delle sue parole che erano un giudizio economico rivolto a una platea di imprenditori e non una valutazione politica.  Monti avrebbe sottolineato che l'Italia «non è la prima della classe» nell'Eurozona, aggiungendo di non volere commentare nè criticare le politiche di altri paesi. A margine del summit Monti ha anche avuto colloqui informali con il presidente russo Medvedev, con quello cinese Hu Jntao e con il coreano Lee.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Armadillo

    27 Marzo 2012 - 14:02

    Saremo anche un popolo di polli da spennare, ma anche l'italiano più disattento ha nottao il proliferare di aziende (più o meno regolari) cinesi. E non è che ci sia molto da gioire, perché quella cinese è una comunità chiusa ed i proventi tornano nella madre patria, mica vengono spesi in Italia! Manco creano occupazione visto che il personale addetto è sempre rigorosamente made in China. La verità è che le imprese italiane stanno chiudendo soffocate dalle tasse e dalla burocrazia e i Cinesi ci stanno conquistando con la mometa sonante. Sarebbe meglio che Monti, anziché andarsene in giro per il mondo a farci una pubblicità non richiesta, s'impegnasse davvero a tagliare la spesa pubblica. Anche perché dal punto di vista di un imprenditore italiano o straniero nulla è cambiato rispetto a un anno/dieci anni fa: buracrazia demenziale, inefficienze, tasse troppo alte, carenza di infrastrutture, giustizia troppo lenta, ecc. Monti è andato a vendere la fontana di Trevi.

    Report

    Rispondi

  • miky2010

    27 Marzo 2012 - 14:02

    ma dove vivete??!!! ma secondo voi ci voleva monti per far scoprire l' italia ai cinesi!!!! e da un bel pezzo che i cinesi vengono ad acquistare le aziende in crisi in italia!!!! per non parlare del commercio "parallelo" gestito dalle comunità cinesi in italia!!!! il sig. monti si dovrebbe invece preoccupare di non far entrare in crisi le aziende italiane con le sue politiche banco-comuniste!! a giusto, a ben ragione è andato a prostrarsi alla culla del comunismo!! magari al suo ritorno chiederà pure l' abolizione del diritto di sciopero!! così forse anche in ns. sindacati per reclamare qualche diritto saranno costretti a far suicidare i lavoratori buttandoli giù dai tetti delle aziende!!! e la fornero sarà contenta perchè saranno tutti ammortizzatori sociali e pensioni risparmiate!! giornalisti svegliatevi da questo torpore montiani, capisco che quand parla fà addormentare, ma almeno voi restate vigili sui danni che stà provocando questo sistema di autodifesa dei privilegi statali.

    Report

    Rispondi

  • marcoland

    27 Marzo 2012 - 12:12

    Ripetiamo pedissequamente tutti gli errori degli USA.. ed ora svendiamoci ai cinesi.. Povera Italia

    Report

    Rispondi

blog