Cerca

Sciopero generale sfigati: sindacati in piazza venerdì 13

Cgil, Cisl e Uil sfidano la cabala e le ire di Monti: manifestazione unitaria a Roma in aprile. La Uilm: 4 ore di sciopero nazionale

Sciopero generale sfigati: sindacati in piazza venerdì 13

I sindacati sfidano la cabala e gli sfottò di Mario Monti e scendono in piazza tutti insieme, venerdì 13 aprile a Roma, per protestare contro la riforma del lavoro e le altre politiche sociali del governo, dall'intervento "disastroso sulle pensioni" al nodo della "platea di esodati" e delle "ricongiunzioni onerose". Susanna Camusso, segretaria della Cgil, ha dunque deciso di unire le forze a Cisl e Uil e anticipare la propria iniziativa solitaria prevista inizialmente per il 17 aprile. "Abbiamo deciso comunemente con Cisl e e Uil, di anticipare al 13 aprile la manifestazione di tutti i lavoratori per tutti quei soggetti che pagano un prezzo altissimo di una riforma che è stata fatta senza considerare la realtà". Intanto i metalmeccanici Uilm hanno proclamato 4 ore di sciopero generale a livello nazionale: "Con il governo proprio non va e contiamo su un'azione del Parlamento - ha spiegato il sindacato -. Ci aspettiamo delle risposte - ha detto Rocco Palombella, segretario generale Uilm - sulla modifica dell'articolo 18 per i licenziamenti economici, sulla risoluzione del problema dei lavoratori esodati, la decontribuzione degli aumenti contrattuali e dei premi di produzione e l'insostenibile pressione fiscale".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gmario52

    29 Marzo 2012 - 16:04

    La peggior categoria di persone subdole , false , ladre , è quella dei sindacati , che per anni hanno rotto i coglioni per avere solo privilegi per i nulla facenti e nulla hanno fatto per chi col proprio lavoro manteneva tutti questi ladri. Adesso vanno in piazza contro la legge sulle pensioni e speriamo che almeno ottengano qualcosa , perchè questa legge è la più grande ruberia camuffata da equità. Le pensioni ce le siamo pagate con i nostri contributi e abbiamo fatto i nostri programmi sul nostro futuro di pensionati e la Fornero senza battere ciglio ci ha fregati dicendo che lo ha fatto per le nuove generazioni . Nuove generazioni che saranno nulla facenti sino a quando non andranno in pensione quelli che la loro parte l'hanno già fatta. Speriamo che almeno per una volta i sindacti facciano qualcosa per i lavoratori , ma seriamente , altrimenti mi auguro che vengano stracciate le tessere.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    28 Marzo 2012 - 20:08

    fanno pena, e rabbia: i giovani non trovano lavoro per colpa loro, gli imprenditori scappano all'estero per colpa loro. E questi protestano, vogliono i soldi degli altri Italiani, magari da quelli che non lavorano per mantenere loro. Non durera', avoglia di strillare, non durera' e lo sanno benissimo, lo sanno tutti, anche i gatti che questi prima o poi devono lasciare la pacchia, che e' finita.

    Report

    Rispondi

  • AG485151

    28 Marzo 2012 - 19:07

    e con tutti quanti siete a tutelare i lavoratori italiani abbiamo le tasse più alte sugli stipendi che sono i più bassi. Andate a casa.

    Report

    Rispondi

  • moranma

    28 Marzo 2012 - 19:07

    un commento pieno di significato, degno del titolo dell'articolino di questo giornalino comico.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog