Cerca

Lusi: 40% soldi ai rutelliani Margherita: No spartizioni

Il partito contro l'ex tesoriere: "Non ha fatto il nome di un solo dirigente a conoscenza delle sue attività predatorie"

Lusi: 40% soldi ai rutelliani Margherita: No spartizioni

Non è vero che alla ex Margherita "tutti sapevano". E non c'è stata nessuna spartizione tra correnti. E' quanto sostengono in una nota Francesco Rutelli, Enzo Bianco e Gianpiero Bocci a proposito delle ultime dichiarazioni dell'ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi. E annunciano una nuova querela nei cofronti de l'Unità. Sempre in merito al "tutti sapevano" detto dall'ex tesoriere riferendosi alla Margherita, Rutelli, Bianco e Bocci sottolineano che il caso è stato chiuso "con il sigillo della Procura: Lusi non ha potuto che mettere a verbale la propria incapacità di indicare il nome di un solo dirigente che fosse a conoscenza" delle sue "attività predatorie".

Le parole di Lusi - Nelle sei ore di interrogatorio, Luigi Lusi, l'ex tesoriere della Margherita, aveva spiegato che il patto per la spartizione dei fondi della Margherita assegnava "il 60 per cento ai Popolari e il 40 per cento ai rutelliani". A fare da garante era proprio lui, Lusi, che aveva il compito "di mettere al sicuro i rimborsi elettorali", un tesoretto di circa 220 milioni di euro. E Lusi lo fece "effettuando anche operazioni immobiliari, di cui alcuni all'interno del partito erano a conoscenza". Nel corso dell'interrogatorio Lusi ha anche negato che gli acquisti di ville e appartamenti fossero appropriazioni indebite: "Io avevo un mandato fiduciario. Nessuno mi ha dato incarico di comprare case o ville. Mi era stato detto soltanto che dovevo investire bene i soldi e io l'ho fatto. Sapevo che se ci fosse stato bisogno di liquidità quegli immobili sarebbero stati venduti". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    30 Marzo 2012 - 10:10

    e chi altri potrebbe stabilire se un bilancio è corretto o meno, se non Enti preposti, con documenti in mano ed esperienza in materia? Forse lei? io? qualcun altro che posta qui? Chi stabilisce se uno è colpevole o meno di reato? Lei, io, chi posta qui o i Magistrati preposti? E l'Ente che controlla la Banca d'Italia (non l'osteria qui sotto!) non ha lo stesso credito di un Magistrato che stabilirà se il bilancio di un indagato è sano o taroccato? Tutti i bilanci sono, a priori, falsi? Come tutti i Piacentini sono evasori, bugiardi, malfattori, disonesti

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    30 Marzo 2012 - 10:10

    se il partito non sapeva allora sono incapaci, quindi si devono trovare un lavoro e resturuire i soldi (per evidente incapacita'), se invece sapevano allora devono andare in galera: o l'una o l'altra. Semplice, no?

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    29 Marzo 2012 - 20:08

    Il P.D. fa certificare i bilanci, quanto ho riso , pensavo fosse piu sveglio. ( Consorte le ricorda qualcosa?)

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    29 Marzo 2012 - 19:07

    Ma nemmeno un neonato di 3 giorni può credere a quello che crede lei!!! Il PD fa certificare i bilanci dallo stesso ente e la CGIL pure. E allora?????? Queste due associazioni, per il solo fatto di far certificare i bilanci, hanno dichiarato tutto alla luce del sole? hanno i bilanci VERI E REALI??? Lei mi ricorda un poco PAOLINO PAPERINO, quello con i 3 nipotini Qui Quo e Qua. Solo che le vignette della Disney facevano sorridere, lei mi lascia sempre più esterefatto! E poi lancia i suoi strali al grido di "maldestri" ma qui l'unico vero, incredibile, irriducibile MALDESTRO è solo ed esclusivamente lei!! Ed anche un poco gonzo e credulone, suvvia, diciamolo. Che tenerezza!!! Cordialmente......davvero!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog