Cerca

Casta Bertinotti e Violante: Privilegi? Li teniamo

Casini rinuncia ai benefit di ex Presidente della Camera, i suoi colleghi rossi se li tengono. Luciano: "Rinunciare è ipocrisia"

Casta Bertinotti e Violante:  Privilegi? Li teniamo

 

La Camera dei deputati ha deciso di tagliare i benefit agli ex presidenti: ci hanno messo un mese in più del Senato, ma il risultato è stato raggiunto. Addio ad auto blu e segreteria a vita. La decadenza dei benefit inizia dieci anni dopo la cessazione del mandato. Ma c'è un problema: l'Ufficio di presidenza della Camera ha voluto inserire nella nuova disciplina una clausola che suona come una beffa. Nessun taglio netto come accaduto a Palazzo Madama, ma una differenziazione ad personam tra ex presidenti. Infatti per gli ex presidenti eletti deputati nella scorsa o nell’attuale legislatura i 10 anni decorreranno a partire dal 2013. Quindi i past president Luciano Violante (Pd), Pier Ferdinando Casini (Udc) e Fausto Bertinotti (Rifondazione) potranno continuare a godere dei benefit per altri 11 anni.

Casini rinuncia ai benefit - Pierferdinando Casini, da par suo, ha subito annunciato di voler rinunciare ad ogni attribuzione che gli è riconosciuta in quanto ex presidente di Montecitorio. Ha comunicato la sua decisione con una lettera indirizzata al presidente della Camera, Gianfranco Fini. "Illustre Presidente - scrive Casini - ho avuto il privilegio di guidare la Camera dei deputati dal 2001 al 2006 e ritengo di averla servita con onestà ed equilibrio, come da più parti mi è stato riconosciuto. Ho preso atto delle decisioni assunte ieri, a maggioranza, dall’Ufficio di Presidenza in relazione allo status degli ex Presidenti. Ringrazio Lei ed i colleghi ma Le comunico che non intendo avvalermi della delibera e rinuncio, con effetto immediato, ad ogni attribuzione e benefit connessi a questo status".

E i compagni?  - Peccato però che i compagni Fausto Bertinotti e Luciano Violante, gli altri due beneficiati dalla norma con cui Fini ha cercato di salvare anche se stesso, non abbiano annunciato la medesima rinuncia, che fa onore a Casaini. I comunisti si vogliono tenere tutti i loro privilegi. Ma di che stiamo parlando? Fausto Bertinotti, presidente della Camera dal 2006 al 2008 durante il governo Prodi, dispone di 5 stanze a palazzo Theodoldi-Bianchelli e di 5 addetti. Luciano Violante, presidente di Montecitorio dal 1996 al 2001, ha a sua disposizione un'anticamera, tre stanze e un ufficio con terrazzo; inoltre per lui lavorano quattro addetti.

Violante: "Fiera dell'ipocrisia" - Luciano Violante - onorevole del Pd ed ex Pci, Pds e Ds - non solo non decide di non rinunciare ai privilegi, ma definisce "ipocrita" farlo. L'ex presidente della Camera, con una dichiarazione tagliente nei confronti di Casini, ha spiegato: "Non ho mai partecipato a fiere dell'ipocrisia e non intendo farlo neanche questa volta. Né intendo compiere esibizionismi. Se non interverranno diverse decisioni della Camera dei deputati, deciderò alla fine della legislatura in corso, dopo avere informato i miei collaboratori". Con questo scarno testo, affidato a una nota, Violante getta la maschera a proposito della questione dei benefit previsti per gli ex presidenti della Camera: deciderà, semai, alla fine della legislatura. Quando a bocce ferme e con le acque meno agitate i benefit potrà tenerseli.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gyxo

    01 Aprile 2012 - 20:08

    Questa di casini e' solo una mossa politica (seppur apprezzabile) di aumentare il suo consenso elettorale.Il casini, avendo le spalle coperte, dal potentato edilizio dei Caltagirone,non ha certamente economicamente sofferto nel prendere questa decisione.Non per niente viene chiamato pierfurby da Dagospia.Bonjour Tristesse.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    01 Aprile 2012 - 10:10

    quindi non c'e' scampo: o rinunciano ai privilegi assurdi o rinunciano ai privilegi assurdi. Una delle due. Gli altri Italiani non possono piu' mantererli. Punto e basta.

    Report

    Rispondi

  • gabrielli

    31 Marzo 2012 - 21:09

    questi si che sono gran f. d. p. parassiti , mentre noi lavoratori non sappiamo cpme arrivare alla fine del mese , questi f.d.p. se la spassano con le segretarie....evviva i comunisti

    Report

    Rispondi

  • routier

    31 Marzo 2012 - 20:08

    Non rinunciano ai privilegi ? Ci avrei giurato !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog