Cerca

"Castelli vuole fare un casino": fiutava l'odore di bruciato

Caos Lega, la segretaria Degrada: "L'ex ministro è da tenere d'occhio perché vuole andare a vedere i conti. Sarebbe la fine"

"Castelli vuole fare un casino": fiutava l'odore di bruciato

Qualcuno nella Lega Nord aveva fiutato odore di bruciato: si tratta di Roberto Castelli, ex ministro della Giustizia, che in tempi non sospetti aveva chiesto di visionare i bilanci del partito. Questo è quanto emerge dalle intercettazioni della procura tra Francesco Belsito, l'ex tesoriere della Lega, e Nadia Degrada, dirigente amministrativa del partito. "Visto che Manuela Marrone (moglie di Bossi, ndr) di ascendente ce n'ha...che cavolo, Castelli è da tenere d'occhio. Sta cercando di scatenare un casino e tutti adesso vogliono andare a vedere i conti, vogliono vedere i documenti e questa sarebbe la fine". La segretaria era consapevole del fatto che il bilancio del partito contenesse segreti scottanti, movimentazioni che hanno gettato il Carroccio nel più grande scandalo della sua storia, e che hanno spinto l'anima e il leader indiscusso del movimento, Umberto Bossi, a rassegnare le dimissioni "irrevocabili" dalla segreteria del Carroccio.

I sospetti di Castelli - Le pressioni dell'ex ministro per controllare le spese costrinsero a maggiori attenzioni. "Bisogna trovare altre soluzioni per poter continuare a fare ciò", dice la Dagrada in un'intercettazione. La segretaria invita Belsito a "parlare col capo (Bossi) per far allontanare Castelli dal comitato amministrativo di gestione" ed evitare così i controlli sui conti e sulle uscite fatte a favore della famiglia Bossi e dei suoi familiari, definendoli contabilmente "i costi della famiglia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    06 Aprile 2012 - 10:10

    28 marzo sul Corriere: 28 milioni evasi in Liguria e Lombardia; Saluzzo, 17 milioni di evasione; Padova due mobilifici, 102 milioni di reddito e 30 milioni di IVA, lavoratori in nero. E SOLO quel giorno, SOLO sul Corriere. Prendi una bella barchetta e, insieme ad alvit, fonty, blues andate a scopare il mare. Ah, non dimenticarti unghiacciasporca

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    05 Aprile 2012 - 23:11

    Che ci fosse qualcosa che non andava qualcuno l'aveva fiutato con le accuse al cerchio magico,con il nuovo corso invece io voterò per la prima volta la Lega perchè per il Nord è vitale in caso contrario i bizantini ci succhieranno il sangue per altri ventanni.

    Report

    Rispondi

  • Angrus

    05 Aprile 2012 - 21:09

    Con tanta simpatia, ma Ti rendi conto che e' bastato un trota per fregarVi tutti? Uno che non spiaccica una frase completa di senso compito? Non passa giorno che nel ricco nord est, ovest, basso e alto, non scoppi qualche scandalo o scoprano truffe e via dicendo...Ma in che cosa sareste diversi? nell'accento? Ma chi vi ha mai cercati? La storia parla e dice la verità , siete venuti al Sud e lo avete depredato, interi paesi sterminati, la ricchezza che vedi e' quella rubata al Sud, lasciarono solo le pietre. Leggi la storia, studia, non fare come il trota, anche nelle biblioteche di Lecco potrai verificare, migliorati. Con la speranza di non essere censurato. Saluti da uno dei tanti meridionali, che anche rispettando l'Italia, non ama certo Garibaldi . er megl se s facev e cazz suoi.

    Report

    Rispondi

  • albertodalecco

    05 Aprile 2012 - 19:07

    io ho deciso un anno fa che non mi andava più bene la Lega. I fatti confermano la pessima gestione, se non addirittura la disonestà di un bel pezzo di gruppo dirigente. Ciò premesso, con l'auspicio che chi ha commesso reato paghi, torno a sperare di votare Lega con una nuova classe dirigente. Il fatto che Castelli indagasse a dispetto del Capo testimonia che ci sono persone oneste. Per finire, non è che con questi fatti si faccia passare a quelche milione di persone la avversione per il Sud Italia. Cambieremo strumento, ma resta la voglia di separarci da questa brutta porzione del paese. Se anche Bossi fosse un ladro, Napoli resta quella che è. (e non dico cosa...)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog