Cerca

Emma: "Abbassate le tasse" Ma il governo: "Impossibile"

Giarda: "Risparmio su spending review non servirà ad abbassare la pressione fiscale". Marcegaglia: "Ora basta"

Emma: "Abbassate le tasse" Ma il governo: "Impossibile"

Emma Marcegaglia torna alla carica spiega che il taglio della spesa pubblica deve esserci ma prima serve "una riduzione della pressione fiscale su lavoratori e imprese. Penso - ha aggiunto il leader di Confindustria - che il governo si debba porre il problema serio di abbasasre le tasse", ha sottolineato a margine di un incontro con gli industriali di Rovigo. Quella di Emma è stata una risposta a quanto dichiarato in precedenza nella mattinata da Piero Giarda, il ministro per i rapporti con il Parlamento, secondo il quale il risparmio sulla spending reviwe non servirà per abbassare la pressione fiscale ma per evitare il peggioramento dei conti pubblici. Da Giarda, insomma, è arrivata l'ennesima conferma: il governo tecnico di Mario Monti non ha la minima intenzione di ridurre le tasse.

"Troppe tasse" - Marcegaglia ha poi rincarato: "Credo che il tema delle tasse in questo Paese sia molto serio. Il taglio della spesa pubblica deve esserci, una parte capisco serva per l'obiettivo dell'azzeramento del deficit del 2013, ma questo Paese deve fare un piano per la riduzione della pressione fiscale, soprattutto su lavoratori e imprese perché le tasse pesano per il 45% sul Pil e su chi paga le tasse per un 60 per cento". Secondo la leader di viale dell'Astronomia la pressione fiscale in Italia è "a uno dei livelli più alti in Europa e così è molto difficile fare crescita, consumare, fare investimenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    11 Aprile 2012 - 14:02

    Per abbassare le tasse bisogna ridurre lo spreco.... e Monti mette tasse SOLO per finanziarlo lo spreco corrente. Ed allora mi chiedo : è così disonesto nella mente e nell'anima ? è così incapace e venditore di fumo ? è vicolato dai veti dei maledetti partiti che lo votano in parlamento ? perchè un motivo per questo cocciuto mantenimento di un salasso quotidiano ed ultradecennale dei cittadini ci deve pur essere , no ? Un milione trecentomila zecche vivono di sola politica in questo paese. Zecche infiltrate dalla politica, per decenni, in decine di migliaia di enti ed istituzioni locali e non, zecche che costano e non servono. FACCIA LEGGI NAZIONALI, Monti, per imporre regole alle regioni, province e comuni. Metta regole di costi standard e di organici standard calcolati in base al nr dei cittadini assistiti e non a capocchia dei ladri della politica.... FACCIA, NON DORMA , e la smetta di cercare scuse, non è dignitoso !!!

    Report

    Rispondi

  • Erbani

    11 Aprile 2012 - 08:08

    L’economia è una delle discipline finanziarie più “semplici” perché consta di due sole voci primarie: entrate e uscite. La “menti economiche” del Paese dovrebbe sapere che: se aumento le entrate, indebolisco il tessuto che genera economia. Riducendo invece le tasse (e qui mi riferisco a minori entrate per lo Stato) innesco una propulsione economica che, suddivisa nei vari gettiti che essa produce, genera anche maggiori entrate per lo Stato che, in nessun altro modo posso ottenere. Tutte le altre iniziative “ingegneristiche” per ottenere maggiori entrate e ripresa economica, sono specchi per le allodole a scapito dei contribuenti, perché non si concilierà mai (entrate/uscite) un recupero parallelo. E’ doveroso che il Governo accetti una minore liquidità in entrata a fronte di un risveglio dell’economia reale. In economia il virtuosismo si ottiene senza strozzare il bue altrimenti chi arerà la terra?

    Report

    Rispondi

  • giorgio_collarin

    11 Aprile 2012 - 01:01

    il potere d'acquisto è fortemente diminuito per tutti. i pensionati sono stati derubati: non ci hanno adeguato l'inflazione al costo reale della vita! l'hanno congelata addirittura per un'entrata attorno ai 1300-1400 euro mese. i lavoratori dipendenti sopravvivono appena. un governo di incapaci altro che tecnici evoluti. le caste sono tutte d'accordo di tirare avanti a più non posso senza concedere, rinunziare a nulla!!!! il colle come la torre di babele vive tra le nuvole

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    10 Aprile 2012 - 22:10

    Questo governo da quando è arrivato, con l'accordo del Presidente della Repubblica ha pensato soltanto a tosare fino all'inverosimile, solo il popolo lavoratore, pensionato ex lavoratore, che, spesso, viene scambiato di proposito con coloro che percepiscono la pensione sociale non avendo mai lavorato e tantissima brava gente che,prega giorno e notte le immagini sacre che ha in casa, chiedendogli di fargli trovare un lavoro per portare a acasa un pezzo di pane. Signora Marcegaglia, questo ci ha dato Monti risparmiando i veri ricchi di darci almeno una mano ed ecco perchè le borse crollano, perchè hanno capito che questo governo, un giorno io l'altro sarà spazzato via come le foglie al vento. Rifletta,.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog