Cerca

Rosi Mauro: "Non mi dimetto" Ecco perché non lascia

La vicepresidente del Senato tiene duro e rischia l'espulsione. Ma mollare significa essere tradita (due volte) da Bossi

Rosi Mauro: "Non mi dimetto" Ecco perché non lascia

Una sfida bella e buona ai vertici della Lega. "Non mi dimetto", ha detto ieri quasi in lacrime Rosi Mauro, ospite a Porta a Porta. Giusto qualche minuto e il Triumvirato del Carroccio, per bocca di Roberto Calderoli, replica: "Lasci o decideremo noi". L'espulsione della 'badante' di Umberto Bossi arriverà quasi sicuramente venerdì prossimo, ma una cosa è certa: la Mauro non cederà tanto facilmente. Questo perché per lei le dimissioni sono un gesto impensabile anche se ha insistito con lei pure Umberto Bossi, l'uomo che l'ha scelta per la guida del sindacato padano. Quella richiesta del Senatùr è, per lei, un tradimento. Perché per lui Rosi ha sacrificato la vita (ed è stata ricambiata) e di bocconi amari ne ha dovuti ingoiare. La vicinanza al capo l'ha pagata con una solitudine totale all'interno del partito. Dopo le dimissioni non l'aspetterebbe più nulla.


Leggi gli articoli di Pietro Senaldi e Paolo Emilio Russo
su Libero in edicola oggi, mercoledì 11 aprile

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Veraleks

    12 Aprile 2012 - 10:10

    è dalla parte della ragione.

    Report

    Rispondi

  • bepper

    11 Aprile 2012 - 18:06

    Mi è sembrato di capire che i finanziamenti a Rosi erano gli unici veramente autorizzati e documentati, infatti si è risalito al denaro in un battibaleno. Colpa in solido di chi ha autorizzato le spese, piuttosto. Monica Rizzi non ha avuto, per alcuni leghisti (dossieraggi e vari, secondo Galli) un comportamento onesto, ma tant'è. Il livore di Bobo nei confronti di Rosi non era forse accentuato dall'origine non padana della signora?

    Report

    Rispondi

  • umberto57

    11 Aprile 2012 - 18:06

    io a lei non ho nulla da dire quindi la prego si astenga da qualsiasi commento su di me io semplicemente non la c@go proprio io so solo una cosa che la lega e nella fattispece la Mauro sono come tutti gli altri altro che differenze o stupidate simili lei ha il coraggi di difendere l'indifendibile. p.s. porta a porta non lo guardo nemmeno sotto tortura. pp.ss. e per favore non attachi con: lei guarda sicuramente grande fratello ed affini che anche quà è fuori strada

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    11 Aprile 2012 - 17:05

    E' ovvio!!..In Italia,..la politica si fa soprattutto (anzi..esclusivamente) per interessi personali (privilegi, prebende. potere ecc)..NON.. per i cittadini..Perciò,..naturalmente nessuno intende staccarsi dalla poltronciona..Anzi!!..Più inetti, arruffoni, arraffoni, intrallazzatori sono..più restano attaccati con il vinavil..L'unico sistema naturalmente, logicamente..democratico ...per convincerli e.. mandarli a casa,..è quello di prenderli a pedate nel c...!!..Ehh..Bastaa!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog