Cerca

Badante Nera arriva con PierMosca Bossi ha cercato di salvarla

Pierangelo Moscagiuro come Kevin Costner. L'amante al fianco della vicepresidente del Senato. Bossi lascia l'aula prima del voto

Badante Nera arriva con PierMosca Bossi ha cercato di salvarla

Rosi Mauro si era presentata a sorpresa nella sede della Lega in via Bellerio (dove il consiglio federale ha deciso la sua espulsione dal partito), accompagnata dal compagno Pier Mosca, anche lui al centro del ciclone giudiziario che ha coinvolto il Carroccio in questi giorni. L'arrivo della "Badante nera" non era previsto. Tantomeno con il suo presunto amante a due passi da lei. Pierangelo Moscagiuro (questo il vero nome del menestrello Pier Mosca) è a tutti gli effetti il caposcorta della numero due di Palazzo Madama. E oggi era in servizio. I paparazzi hanno però scatenato i flash per immortalare i due protagonisti della love story più discussa dell'ultima settimana.

Pier Bodyguard - Pier Mosca, lasciati i panni da Elvis, si è presentato vestito in completo blu e Rayban. Rosi Mauro, vestito nero e cartella verde, non era molto diversa rispetto al look acqua e esapone esibito da Bruno Vespa, quando ha pianto mentre si difendeva e spiegava di essere innocente. Molti flash, qualche microfono. Più attenzione per l'autore di Kooly Noody che per la 'badante' politica di Umberto Bossi.

Umberto Bossi assente - Umberto Bossi a quanto pare non se l'è sentita di votare contro l'espulsione di Rosi Mauro, una delle fedelissime del cerchio magico. L'ex segretario insieme al presidente federale della Lega e l’ex capogruppo alla Camera, Marco Reguzzoni, avevano lasciato la riunione prima del voto.


 
 
   
 
 
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bussirino

    12 Aprile 2012 - 21:09

    Veramente sono tutti sullo stersso piano: Vendola, Bersani, Alfano, Rutelli e Bossi. Questi segretari di partito gestiscono i malaffari interni dei loro partiti attraverso personaggi da loro investiti e, naturalmente, "inconsapevoli" di pagamenti occulti anche quando sono destinati a loro stessi. Eè una metodologia tutta politica di politicante tutta italiana. Basta vedere come ABeC hanno preparato un documento per riformare non i finanziamenti dei partiti ma solo la loro visone ai resiconti annuali. Ma oltre i 5mila euro di euro donati non deve rimanere traccia. Bella questa. Basta fare 5mila euro al giorno e vedi quanto fa all'anno. Non insegnare mai ai ladri come rubare, mai! Non ne hanno bisogno...loro! cesare da fiorenzuola

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    12 Aprile 2012 - 18:06

    "badante nera" può anche essere accettato come soprannone affibbiato alla Rosy Mauro...ma la badante Nera è una persona diversa che di nome fa Nera. Abbiam capito che siete dei giornalisti molto creativi e fantasiosi...ma almeno riconoscete a ciascuno la propria identità.

    Report

    Rispondi

blog