Cerca

"Mazzetta per evitare multa" Arrestato uomo del ministero

Il funzionario Bruno Colantonio finisce in manette: ha preso 2mila euro da un imprenditore. Lui: "Era solo un regalo"

"Mazzetta per evitare multa" Arrestato uomo del ministero

E’ finito in manette per aver preteso una tangente da duemila euro da un imprenditore che in questo modo avrebbe potuto evitare di pagare una multa da 20mila. Bruno Colantonio, funzionario del ministero dello Sviluppo Economico, è stato arrestato oggi nel suo ufficio perchè al momento della consegna dei soldi si sono presentati i finanzieri del nucleo di polizia tributaria. Colantonio, accusato di concussione, si è difeso sostenendo che stava ricevendo un regalo.

La trappola -  A preparare la trappola è stato il pm Paolo Ielo al quale l’imprenditore vessato si è rivolto denunciando l’accaduto. A.L., di Bologna, che importa capi di abbigliamento dal Pakistan, un paio di mesi fa aveva avuto qualche problema alla dogana dove un carico di merca era stato bloccato per presunte violazioni delle regole sui marchi. L’imprenditore, a fronte di una multa da 20mila che avrebbe dovuto pagare, si è così rivolto al ministero dello Sviluppo per accertare la natura della irregolarità: in quella occasione, avrebbe ricevuto da Colantonio l’invito a versargli il dieci per cento della sanzione per chiudere il contenzioso. Quando la vicenda è stata denunciata alla magistratura, gli investigatori hanno collocato una videocamera nell’ufficio di Colantonio e provveduto a segnare le banconote. Domani ci sarà la convalida dell’arresto e, caso insolito per i reati di concussione, il processo per direttissima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • genviello

    14 Aprile 2012 - 03:03

    Erano forse parenti? Amici stretti di vecchissima data? Amanti? In caso contrario non si capisce proprio perche' costui doveva "regalare" 2.000 € ad una persona pressocche' sconosciuta o quasi... O forse e' proprio Questi il maniaco che provvede di nascosto all'acquisto ed alle ristrutturazioni delle case dei Politici???

    Report

    Rispondi

  • emmanuel58

    13 Aprile 2012 - 09:09

    i soliti commenti qualunquisti...mio figlio non lavora, mio nonno, mio zio, noi li manteniamo, sono tutti così...e via dicendo nel vortice qualunquistico italico ... io conosco migliaia di cittadini onesti, qualcuno sarà pure corrotto o solamente avido come questo signore; come quei tre vigili a Roma, a fronte di centinaia che fanno il loro dovere... questi commenti sono degni di quelli che si sentono alla posta quando c'è un blocco un ritardo, o quando non passa l'autobus vi meritate il paese che abbiamo, anzi è fin troppo bello viverci, e vorrei pure constatare di persona se quelli che sputano sentenze fanno sempre il loro dovere di cittadini onesti...perché a chiacchiere e dietro l'anonimato sono buoni tutti.

    Report

    Rispondi

  • thorglobal

    12 Aprile 2012 - 23:11

    Scommetto 100 contro 1 che una volta passata la bega verrà trsferito con aumento di paga.

    Report

    Rispondi

  • IuniusBrutus

    12 Aprile 2012 - 22:10

    Come sostengo da tempo e come viene confermato dalla linea difensiva del reo (era un regalo), il problema altrimenti insolubile delle richieste illegittime di denaro ai "comuni" cittadini, da parte di innumerevoli "servitori dello stato" (sic!), si risolve solo con la dichiarazione di non punibilità di chi paga, purché denunci immediatamente i fatti. E poi galera tipo Ben Hur!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog