Cerca

Luigi Lusi, pozzo senza fondo Spariti altri 13 milioni

Secondo una relazione consegnata ai pm romani, ai 20 mln mancanti dalle casse della Margherita se ne aggiungono altri

Luigi Lusi, pozzo senza fondo Spariti altri 13 milioni

Altri tredici milioni di euro, oltre a quelli già documentati con riferimento al periodo 2007-2011, potrebbero essere spariti dalle casse della Margherita. E' quanto affermano i consulenti nella relazione che giovedì mattina è stata consegnata ai magistrati della procura di Roma, nell’ambito dell’inchiesta sull'ex tesoriere Luigi Lusi che fa tremare tutta la sinistra. "Dall’esame della situazione contabile dell’esercizio 2011 - è scritto nel documento - risultano spese per viaggi e trasferte elettorali pari ad euro 869.428 che si riferiscono a diverse centinaia di assegni di piccolo taglio (inferiori ai 12mila euro) emessi dal tesoriere sul conto corrente acceso presso Bnl. In contabilità tali uscite sono state registrate sulla base delle risultanze degli estratti conto bancari, senza alcun documento a supporto della spesa sostenuta (copia assegni, ricevute)".

Spese per viaggi - Stando ai consulenti "una analisi preliminare per analoghe operazioni (assegni a cifra tonda) anche per gli anni precedenti fino al 2007, porta ad evidenziare una somma stimata in circa euro 13 milioni (attribuibili sia alla voce 'spese per viaggi e trasferte elettoralì sia ad altre voci di conto economico) per i quali ad oggi, in attesa che si esauriscano le attività di verifica dell’Autorità Giudiziaria e della Banca d’Italia, non sono state eseguite ulteriori verifiche".

Roma-Londra-Roma - Nel dettaglio, solo nel 2011 sono state riscontrate fatture con una descrizione generica emesse dall'agenzia di viaggi romana Dolby Travel per un valore di 228mila euro. Analizzando le fatture emerge che i documenti erano riconducibili quasi per intero a viaggi del senatore Luigi Lusi o a persone a lui vicine. L'agenzia ha emesso, anche per conto della Azzurro Viaggi fino al 2008, fatture per 454mila euro nel 2007, 296mila euro per il 2008, 383mila euro per il 2009 e 171mila per il 2010. Nel 2001 a queste cifre si aggiungono fatture per servizio di aereo taxi, di cui almeno una sarebbe riconducibile a Lusi e relativa a un viaggio da Roma a Londra e dalla City a Roma, effettuato il 29 e 30 marzo del 2011 per un costo di 15mila euro.

"Recuperare il maltolto" - "Prosegue il rigoroso accertamento di tutta la verità in costante collaborazione con gli inquirenti. Siamo determinati a recuperare per intero il maltolto per restituirlo ai cittadini", lo dichiarano in una nota Francesco Rutelli, Enzo Bianco e Gianpiero Bocci.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beylerbey

    13 Aprile 2012 - 14:02

    20 + 13 0 33. Gli anni di Cristo? No. Numero ritardatario al lotto? No. I milioni che il "buon" Lusi ha fatto sparire sono, a mio parere, destinati ad aumentare. Alla faccia delle multe del trota o dei 9 mila euro che Bossi avrebbe dato alla moglie! Che, sia ben chiaro, sono sempre soldi nostri e,pertanto, non va bene che siano utilizzati a fini personali; ma Lusi è il massimo! Ha un gran becco a patteggiare la restituzione di 9 milioni, quando ne ha fatti sparire 33 (più quelli che ancora non sappiamo ma che ci sono sicuramente) e resta tranquillamente seduto sulla sedia di senatore. E quel deficiente di rutelli continua a dire che era all'oscuro di tutto!!! Già ed io sono Babbo Natale!!! Nei paesi arabi, ai ladri mozzano la mano destra. Adottiamo anche noi questa regola, solo che poi un buon 50/60% (come minimo) degli italiani resteranno monchi!!! Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • OIGRESINOR

    13 Aprile 2012 - 13:01

    Magari qualche "traccia" ci sara' pure li...chi lo sa? Mentre l'Italia viaggiava a sacrifici lo scorso Natale, questi ladroni legalizzati invece ci facevano pure il sorriso e la pernacchia su tutti i giornali prendendoci in giro dalle Maldive.... Vigliacchi ma soprattutto LADRI legalizzati

    Report

    Rispondi

  • honhil

    13 Aprile 2012 - 12:12

    E mentre ciascuno pensa di continuare a grattare per conto proprio, come meglio può, e tutti cercano di difendere i rimborsi elettorali a danno della povera gente, Rutelli continua a dire che non sapeva. Male. Anche perché la responsabilità oggettiva, per quanto faccia il finto tondo, non potrà mai raschiarsela di dosso. Ma anche se ciò potesse avvenire, per effetto della magia politica, resta sempre il fatto che è impossibile affidare una qualche responsabilità politica ad uno che si fa rubare il tesoro di casa, senza che riesca a percepire nulla. E ancora peggio è pensare di fare politica o di stampare giornali o di tenere in piedi una moltitudine di Enti con l’aiuto di Stato, mentre le famiglie e le imprese vengono spolpate vive fino a farle morire.

    Report

    Rispondi

  • Aristogatto99

    13 Aprile 2012 - 11:11

    Lusi ha fatto sparire 25 milioni e si dice "pronto" a restituirne 9.... Ma in che paese siamo??

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog