Cerca

Esodati, balletto dei numeri La minaccia della Camusso

Balletto dei numeri sui lavoratori usciti dalle aziende con accordo. La Cgil; se i dati sono veri chiederemo dimissioni presidente Inps

Esodati, balletto dei numeri  La minaccia della Camusso

Il governo Monti ormai dà i numeri:  il ministro del Lavoro e del Welfare Elsa Fornero che parla di 65mila esodati.  L'Inps (che è un istituto vigilato dallo stesso ministero) giura che sono 130 mila nei prossimi quattro anni.  Per i sindacati sono molti di più, circa 350mila e oggi venerdì 13 aprile, scenderanno in piazza per difendere questi lavoratori che sono usciti dalle aziende con un accordo che si sono trovati senza stipendio e con la pensione sempre più lontana dopo la riforma della privedenza.  Chi ha ragione? Ieri il governo annuncia una tassa di due centesimi sugli sms e poi fa retromarcia. Secondo la Fornero gli esodati, cioè i lavoratori usciti dalle aziende dopo gli accordi che si sono trovati senza stipendio e con la pensione sempre più lontana a causa delle riforma previdenziale, sarebbero dunque 65mila: 5 mila in più rispetto a quanto stabilito dal decreto salva Italia. Ma proprio oggi, venerdì 13 aprile, i sindacati manifesteranno a Roma a favore degli esodati perché le tutele siano estese a tutti i fuoriusciti.


La minaccia di Susanna «Il governo ha fatto una riforma delle pensioni sbagliata e deve avere il coraggio di fare un passo indietro, non raccontare numeri falsi la sera prima di una manifestazione», ha detto il segretario generale della Cigl, Susanna Camusso, alla manifestazione dei tre sindacati organizzata a Roma in difesa degli esodati. Il leader Cgil interviene sul balletto di cifre di cui il governo è «O il governo troverà una soluzione previdenziale per tutte le categorie degli esodati o i sindacati proseguiranno la mobilitazione. È insopportabile giocare con la vita delle persone; se il governo confermerà i 65mila esodati, gli stessi calcolati nel Milleproroghe, a me non resterebbe che una strada: chiedere le dimissioni del presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, perchè incapace di governare i contributi e le condizioni di tutti i lavoratori», ha aggiunto la leader Cgil. Raffaele Bonanni della Cisl ha precisato che: "il ministro ha fatto come lo struzzo ha messo la testa sotto la sabbia e non ha voluto vedere in faccia migliaia di persone che sono venute in piazza a chiedere chiarezza.  "Non è un gioco di numeri, tutti coloro che hanno abbandonato il proprio posto di lavoro per accedere alla pensione con le vecchie regole devono vedere riconosciuto questo diritto", ha detto Luigi Angeletti della Uil.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Libero Di Rino (LDR)

    13 Aprile 2012 - 17:05

    I sindacati si sono alleati sempre con i padroni. Dovevano opporsi alla recente riforma delle pensioni ed ora che i prossimi pensionati hanno diritto ad essere adeguati alla vecchia regola avendo precedentemente acquisito i diritti all'esodo. I sindacati fanno finta di essere i loro difensori.

    Report

    Rispondi

  • gitex

    13 Aprile 2012 - 13:01

    non lo si sente più neanche. Tra le critiche che riceve in Italia e quelle che riceve dal'estero non sa più che peci pigliare; ed intanto 'economia va a rotoli. Però, mi chiedo, via lui chi mettiamo? ABC? insoma, siam fottuti......

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    13 Aprile 2012 - 11:11

    invito gli italiani ad un sit in davanti al parlamento ed al quirinale per obbligare tutti i disonorevoli parlamentari a votare una legga che dimezzi il numero dei parlamentari e lostipendio loro ed elimini tutti i bonus e i privelegi . non lascairli uscire se non dopo aver votato una legge in tal senso e la stessa cosa con il presidente Napolitano che tagli di 300 milioni il finanziamento dei suoi costi . dopo di che denuncia a Monti per manifesta incapacità e a Napolitano per l'incapacità di capire le situazioni , ad aver avallato l'operato di Monti . è ora di agire per non fallire .

    Report

    Rispondi

  • soraman

    13 Aprile 2012 - 11:11

    La frase non è mia: l'ho letta, ma è calzante! "Qualunque imbecille è capace di aumentare le tasse" - (Ogni riferimento all'attuale Presidente del Consiglio, è puramente......fate voi...)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog