Cerca

Gli evasori per Napolitano: "Indegni di essere italiani"

Il presidente agli stati generali della Protezione Civile: il nome di chi truffa il Fisco non deve essere associato all’Italia

Gli evasori per Napolitano: "Indegni di essere italiani"

Gli evasori fiscali non sono degni di definirsi italiani. Così la pensa il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che oggi ha puntato con forza l’indice contro chi, e non sono pochi, truffa l'erario. Il capo dello Stato, questo pomeriggio, ha assistito agli stati generali del volontariato della Protezione Civile, che si sono tenuti nell’Aula Magna dell’Università di Roma Tre. Rivolgendosi ai presenti ha detto che "l'Italia della solidarietà è davvero l’Italia migliore". Certo, "il Paese presenta di sè diverse immagini e diverse logiche di comportamento", per cui a gente come i volontari si oppongono "che logiche particolaristiche, asociali e di aperto disprezzo del bene comune".   Tra queste Napolitano ha citato esplicitamente gli speculatori che mettono a repentaglio l’ambiente ed il sistema idrogeologico nazionale, ma soprattutto " le logiche irresponsabili del rifiuto del dovere fiscale". "Non contrappongo nemmeno le due cose", ha concluso riferendosi all’Italia della solidarietà e a quella dell’evasione fiscale, "questi comportamenti devianti, seppur diffusi, non meritano di essere associati al nome di Italia".
Agli stati generali della Protezione Civile ha partecipato anche Mario Monti. E mentre il premier si è paragonato ad un volontario intervenuto per ovviare al disastro, Giorgio Napolitano ha parlato di sè come un riservista.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jack1

    23 Aprile 2012 - 17:05

    solo chi è di sinistra . il comunistello è quello cha ha mantenuto la casta al suo posto .... fatevene una ragione ... Tremonti tagliava e voi in piazza a rompere gli zebedei, fermavano i clandestini e voi in piazza a rompere .......volevano riformare la giustizia e voi in piazza a rompere .....abbiamo riformato la scuola e voi a rompere i cojlioni , volevamo castigare la Pubblica Amminist. e voi in piazza a rompere i cojlioni ....potrei continuare all'infinito ma sarebbe tempo perso visto che avete un unico neurone

    Report

    Rispondi

  • orestevittorio

    21 Aprile 2012 - 15:03

    Non ricordo più il nome di quel (poco) onorevole che al parlamento europeo si fece riprendere da un controllore tedesco perchè si faceva pagare i voli in classe lusso e viaggiava in quella meno costosa, intascando fraudolentemente la differenza. I nostri evasori imbrogliano l'Italia, lui tutta l'europa.Ciao a tutti.

    Report

    Rispondi

  • Arsenio65

    15 Aprile 2012 - 04:04

    .....e puntuale: ogni volta che si devono parare il c...o da qualche ruberia o roba del genere, comunque VERGOGNE, PUNTUALE arriva il rimprovero (stavolta addirittura esagerato) agli Italiani e all'EVASIONE FISCALE hahaha, abbiamo davvero lasciato che questo paese fosse comprato e venduto al miglior corrotto. Che si domandassero perchè il popolo schiva le tasse dove si riesce, da adesso in poi sarà anche peggio credo. Si facessero un bell'esame di coscienza Napolitano incluso.

    Report

    Rispondi

  • Phidry Hiellie

    14 Aprile 2012 - 15:03

    .......di profferire immane baggianata. Per quello che ci costa 250.000.000,oo di euro all'anno per custodire un relitto del comunismo fallito, dovrebbe chiedere scusa a gli Italiani e andarsene visto che siamo noi a pagargli l'affitto a Colle. Evadere in questo paese banana è un dovere, perche più paghi tasse più quei ladri rubano. E nessuno se ne accorge che spariscono 12 milini di Euro........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog