Cerca

Strategia Elsa: copre l'errore cancellando 65mila persone

Guerra dei numeri sui lavoratori mandati in anticipo in pensione che resteranno senza assegno per la manovra Monti

Strategia Elsa: copre l'errore cancellando 65mila persone

Secondo l’Inps nei prossimi 4 anni circa 130mila rientreranno nel novero esodati. Per il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, non più di 65mila per il 2011. Il sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo ammette: «È ovvio che ci sono più esodati dei 65mila, ma sono scaglionati nel tempo. Anno per anno si provvederà. Non possiamo risolvere il problema tutto subito perché dovremmo mettere a bilancio una cifra spropositata»  da far saltare «gli equilibri finanziari».

 

 

Leggi l'articolo completo di Antonio Castro su Libero, in edicola oggi 14 aprile 2012

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    14 Aprile 2012 - 13:01

    Si comportano come se fossero a scuola, da professori. Ci propinano le cose che hanno deciso senza cercare di discuterne per trovare la giusta via. Risultato: ogni cosa è da rivedere e correggere.

    Report

    Rispondi

  • betzero

    14 Aprile 2012 - 12:12

    Imbroglioni ed incapaci come e peggio dei politici. La politica dello struzzo imbroglione e pieno di sè, è questa la commedia che hanno sempre recitato questi tecnici. Ci hanno venduto solo tanto fumo.

    Report

    Rispondi

  • mab

    14 Aprile 2012 - 12:12

    Pagata milioni di euro per consulenze??? Non ne ha imbroccata una, figuracce a tutto spiano.

    Report

    Rispondi

  • Quijote

    14 Aprile 2012 - 11:11

    Nell'Italia del pressappochismo, del più o meno, degli intrallazzi, delle carriere senza merito, degli azzeccagarbugli, ecc., ci volevano i professori per salvarci dal disastro? Mio nonno, che faceva il contadino, mi diceva che la teoria senza la pratica serve a poco e rischia di procurare più danni che guadagni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog