Cerca

Grillo fa tremare Bersani L'antipolitica è il terzo partito

Sondaggio Swg, boom del Movimento 5 Stelle. Salgono gli astensionisti, mentre Pdl e Pd vacillano. Bersani e Vendola contro Beppe

Grillo fa tremare Bersani L'antipolitica è il terzo partito

Bersani, guardati dagli amici. Da quelli "carne della carne" della sinistra, cresciuti all'ombra del partitone d'opposizione (Pds, Ds, ora Pd) ma con le mani slegate dai vincoli parlamentari e d'amministrazione. E che ora raccoglieranno i frutti dell'antipolitica che loro stesso hanno seminato. Il crollo di Silvio Berlusconi come quello del muro di Berlino: via tutti, indistintamente, i ruderi del passato. Il segretario democratico l0 ha capito, e le sue parole a Tgcom24 parevano un'invocazione di pietà: "Se c'è qualcuno che pensa di stare al riparo dall'antipolitica si sbaglia alla grande. Se non la contrastiamo, spazza via tutti".

Escalation - Parlava a ragione veduta, visto che un sondaggio Swg stava giusto giusto lanciando l'allarme: il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo oggi si attesterebbe al 7,2% nazionale nelle intenzioni di voto degli italiani. Risultato sbalorditivo, ma fino a un certo punto perché se sul web il M5s è una forza devastante in termini di mobilitazione e partecipazione, dai blog ai social network. E soprattutto perché il bacino dei possibili astensionisti aumenta giorno dopo giorno (un sondaggio di Demopolis parla di 23%, mentre per Ispo per Corriere della Sera se si votasse oggi non voterebbe il 49% degli intervistati) ed è da quello che attinge il comico-satirico-capopopolo genovese.

Antipolitico - Che tra l'altro, ricorda il Fatto quotidiano, il suo banco di prova elettorale, sia pure amministrativo, l'ha già superato ottenendo ottimi risultati nel 2010 in Emilia Romagna (7% alle Regionali 2010, terzo partito in assoluto) e in Piemonte (4%) e nel 2011 alle comunali a Bologna (9,5%) e Torino (5,4%). A Rimini, poi, arrivò addirittura in doppia cifra. Difficile ripetere un risultato di quel tipo alle politiche 2013, non impossibile invece centrare il podio. Per diventare il terzo partito italiano (il quarto, contando quello dell'astensione), in fondo, basta che Monti continui a tassare e che Pdl e Pd accettino di tenergli il bordone fino a fine legislatura. Anche perché la Lega rischia di venire affossata dagli scandali giudiziari, così come Sel inguaiato in Puglia. E se anche Nichi Vendola, sodale di Grillo in tante battaglie, inizia a definire Beppe "un fenomeno di populismo che non ha le caratteristiche per offrire una prospettiva al nostro paese. Considero il populismo un nemico", significa che il punto di svolta non è mai stato così vicino.


 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • deltabravo

    24 Aprile 2012 - 10:10

    si assiste inpunemente al ritorno di personaggi che hannobarattato il loro credo con il diavolo della politica sporca,macerata dalla giustizia di comodo e faziosa,personaggi degni di andare a pulire i gabinetti,mandarli a fare i badanti alle persone bisognose,pulire le città dalla sporco creato faziosamente,pulire le carceri,i boschi,le rive deifiumi,ha dimenticavo sono quasi in etàpensionabile perchè stanno raggiungendo il minimo loro consentito di pensione,poveretti?????

    Report

    Rispondi

  • allianz

    24 Aprile 2012 - 08:08

    Ci hanno preso solo per il culo...A cominciare dai referendum..Hanno fatto quello sulle banche,e certi tizi se ne sono comprata una,ne hanno fatto un altro per abolire il ministero dell'agricoltura,e gli hanno cambiato il nome...ma c'è sempre.Hanno fatto del risanamanento politico il loro credo...ed intanto continuano a rubare.Tutti,indistintamente.Hanno professato tutti serietà,ed intanto io tiro la cinghia per campare,mentre loro la allargano perchè diventa sempre piu stretta.Adesso,pare che ci stiano espropriando anche delle nostre case.Che stiano bene attenti...Se i forconi li hanno usati per mangiarsi gli spaghetti,stavolta escono i fucili per davvero.In questo clima,ha ancora senso venire a chiedere il mio voto?Che vadano tutti a fan_culo....a passi lunghi e ben distesi.

    Report

    Rispondi

  • contenextus

    22 Aprile 2012 - 10:10

    Grillo è una novità. Non è antipolitica. E' un invito a pensare con la propria testa, a non fidarsi del potere, e a non delegare nulla a questi malviventi politici ladri. Ha tutte le ragioni per diffidare e insegnare a diffidare della casta. Sarà certamente la novità e il vincitore delle prossime elezioni, ad ogni livello. Voglio capire, e non è facile, quali le istanze libertarie che fa proprie.

    Report

    Rispondi

  • deltabravo

    21 Aprile 2012 - 16:04

    i tre,alfano,bersani,casini,manca il capo n.quello che ha dato il via a tutto il bailam attuale,di come sono abituati democraticamente parlando il kgb di stampo vecchio ma sempre attuabile,hanno un grillo per capello.i quattro gatti che non sanno più distinquersi tra di loro e l"opposizione non esiste,possiamo lamentarci scrivere,ma loro sono intoccabili e noi sempre più indifesi e la dimostrazione l"abbiamo sotto gli occhi che il vero manovratore è n,m,èil braccio ed i tre sono il risultato di n+m.servirebbe una scesa di persone veramente amanti dell"Italia e degli ITALIANI,per risollevarci,ma vedo solo interessi partitici,abbuffamenti di interessi,e degli italiani chi se ne frega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog