Cerca

Vendola: "Grillo come il Cav, omofobo e xenofobo"

Il comico ruba consensi alla sinistra, e il leader di Sel si scaglia contro di lui. E tira in ballo Berlusconi

Vendola: "Grillo come il Cav, omofobo e xenofobo"

 

Beppe Grillo spaventa la sinistra: il comico ligure fa incetta di consensi e di pari passo spara dichiarazioni sempre più irricevibili, come quella recente sulla Norimberga per i partiti politici. E se un tempo la stessa sinistra strizzava l'occhio al leader del Movimento 5 stelle, ora cerca di cacciarlo, di eliminarlo.

Beppe al 7% - Secondo i più recenti sondaggi, Grillo potrebbe raccogliere una fetta di consensi pari al 7 per cento. Troppo, sia per il Partito Democratico sia per Sinistra e Libertà. Ed ecco che così, contro Grillo, scende in campo proprio Nichi Vendola. L'argomentazione del governatore pugliese bersagliato dalle inchieste? "Grillo è come Berlusconi". 

"Xenofobo e omofobo" - Il pensiero di Nichi è scritto nero su bianco in un'intervista concessa al Secolo XIX. "Siamo alla fine di un'esperienza nata con la crisi della Prima Repubblica, di un'epoca che aveva visto sfondare chi aveva attaccato il sistema partitocratico. Tra il 1992 e il 1994 era apparso questo uomo nuovo, Berlusconi - spiega Vendola -, che vinse in nome dell'antipolitica, perseguendo un consenso aggressivo, con un populismo disinvolto e come alternativo al fango istituzionalizzato". E il Movimento 5 stelle, conclude Vendola, "usa forme tipiche del populismo di destra, ha persino tratti xenofobi e omofobi".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Maculani

    24 Aprile 2012 - 13:01

    Anche il profeta Vendola sente il fiato sul collo e, non ammette che Grillo per quanto carnevalesco possa sembrare è, e io dico per fortuna, una realtà che avanza come un panzer, poichè in tutte le eresie politiche a cui ogni giorno assistiamo, almeno questo Grillo denuncia fatti veri e apre gli occhi accipicciati agli italiani, il che è già tanto. Consiglio al Sig. Vendola di preoccuparsi maggiormente di cose gravi che sembra lo riguardino, Maculani.

    Report

    Rispondi

  • maurizio52

    24 Aprile 2012 - 11:11

    Grillo meno male che non la pensi come Silvio,mi sei un po meno antipatico

    Report

    Rispondi

  • NeroBlack

    22 Aprile 2012 - 13:01

    ...ebbene si, sono di destra, ma a questo punto, non me ne frega più un cazzo da che parte della strada devo stare. Voglo andare oltre. Sto con Grillo, nonostante le mie perplessità. Così non si può più andare avanti. Fascismo, antifascismo....ma chissenefrega...la storia ha insegnato quello che noi vogliamo imparare. Ma questa è un'altra storia. Fa parte della storia certamente da non dimenticare. Adesso però si deve andare oltre. Nemmeno tanto per me, ma per i mie figli, per il loro futuro, dove il denaro non deve essere la prima cosa da avere. Ma la qualità della vita, i rapporti con la gente. Dicono che rischiamo di diventare come la Grecia. Ma noi siamo già come la Grecia. Rigor Montis deve andarsene. I partiti devono andarse. Il sistema deve crollare.. L'Europa dell'euro deve sparire. Grillo non è la cura. Lo saremo noi. Se sapremo andare oltre.

    Report

    Rispondi

  • ilsiena

    22 Aprile 2012 - 12:12

    A questa gente comincia a bruciale il c..., ma non per i loro orientamenti sessuali, ma perché vedono e sentono aria di cambiamento nello scenario dei candidati alle prossime elezioni....finalmente! Perchè non se ne può più di queste facce e dei loro programmi che sanno di muffa per non dire altro. Ora sentono la necessità di insultare e colpevolizzare il nuovo, chiunque esso sia, per distogliere l'attenzione di chi andrà a votare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog