Cerca

previdenza

Adepp: oltre 1,4 mln iscritti a Casse privatizzate, +3,52% in un anno

Adepp: oltre 1,4 mln iscritti a Casse privatizzate, +3,52% in un anno

Roma, 15 dic. (Labitalia) - Nel 2014, il numero degli iscritti complessivi alle Casse previdenziali privatizzate aderenti all'Adepp arriva a 1.469.637 (+3,52% in un anno), dei quali 1.415.402 contribuenti attivi (+3,55% rispetto al 2013) e 54.235 pensionati (+3% circa in un anno). Emerge dal Quinto Report Adepp presentato questa mattina a Roma.

"L’incremento dei pensionati attivi -si legge nel Report- risulta coerente con il trend rilevato negli ultimi 10 anni. E’ chiaro che le riforme, le quali stanno gradualmente, ma costantemente, incrementando l’importanza della componente contributiva personale nel computo della misura dei trattamenti pensionistici, abbiano incentivato la prosecuzione del versamento dei contributi anche dopo la pensione".

"Nonostante, in termini assoluti, essi non rappresentino una componente particolarmente pesante del numero degli iscritti, l’incremento percentuale cumulato dal 2005 è pari a circa 46 punti percentuali. Nello stesso periodo, l’incremento percentuale degli iscritti attivi è stato pari al 19,21%".

L'ente che conta più iscritti è l'Enpam (Ente nazionale di previdenza e assistenza dei medici e degli odontoiatri), che rappresenta il 24,25% del totale degli iscritti Adepp. Seguono Enasarco (Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio) con il 16,42%, la Cassa forense (Cf) con il 15,23%, Inarcassa (Cassa nazionale di previdenza e assistenza per ingegneri e architetti liberi professionisti), con l'11,40%, la Cassa italiana di previdenza e assistenza geometri liberi professionisti (Cipag) con il 6,47%, la Cassa nazionale di previdenza e assistenza dei dottori commercialisti (Cnpadc) con il 4,26%.

L'Ente nazionale di previdenza e assistenza per gli psicologi (Enpap) rappresenta il 3,34% del totale degli iscritti Adepp, l'Ente nazionale di previdenza e assistenza per gli impiegati dell’agricoltura (Enpaia) il 2,93% cui si aggiunge anche lo 0,31% dell'Enpaia Gestione separata, l'Ente nazionale di previdenza e assistenza della professione infermieristica (Enpapi) il 2,10%, la Cassa nazionale di previdenza a favore dei ragionieri e dei periti commerciali (Cnpr) il 2,02%, l'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (Inpgi) l'1,93% cui si aggiunge il 2,12 dell'Inpgi Gestione separata, l'Ente nazionale di previdenza e assistenza dei veterinari (Enpav) l'1,93%, l'Ente nazionale di previdenza e assistenza per i consulenti del lavoro (Enpacl) l'1,77%, l'Ente nazionale di previdenza e assistenza pluricategoriale (Epap) l'1,34%.

Altre casse, tra cui la Cassa nazionale del Notariato (Cnn), l'Ente nazionale di previdenza dei periti industriali e dei periti industriali laureati (Eppi), Ente nazionale di previdenza e assistenza a favore dei biologi (Enpab), rappresentano una quota inferiore all'1%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog