Cerca

previdenza

Inarcassa, intervento in Bankitalia il più strategico degli ultimi anni

Inarcassa, intervento in Bankitalia il più strategico degli ultimi anni

Roma, 17 mar. (Labitalia) - "In sinergia con Enpam, Cassa forense, con la Cassa dei ragionieri e quella degli agrari, abbiamo fatto l'investimento strategico più importante degli ultimi anni, che è quello di intervenire in Bankitalia. Con una quota del 10,5% cinque casse di previdenza entrano a buon titolo nel panorama di Bankitalia, che è un'istituzione importantissima del sistema Paese. Con un investimento di circa 800 milioni di euro interveniamo nel sistema Italia a fianco di uno dei più importanti investitori istituzionali". Così Giuseppe Santoro, presidente di Inarcassa, la cassa di previdenza di ingegneri e architetti, sugli investimenti che la Cassa sta mettendo in campo nell"economia reale'.

Per Santoro, quello degli investimenti nell'economia italiana "è un tema che per gli ingegneri e architetti è il pane quotidiano: Inarcassa fin dall'inizio ha guardato a un campo ben preciso che è quello delle infrastrutture e soprattutto in Italia".

In particolare, spiega Santoro, Inarcassa "ha guardato allo sviluppo delle infrastrutture italiane e, in sinergia con la cassa dei geometri e con quella dei periti industriali, Inarcassa ha dato vita ad Arpinge, una start up avviata nel 2013, e che sta investendo in numerose realtà italiane cercando di fare da volano sulle infrastrutture arenate, ferme, mai decollate, prendendo a riferimento l'efficientamento energetico, i parcheggi, piuttosto che altre attività generalizzate".

Arpinge, spiega Santoro, opera "con il presupposto di cercare di far valorizzare il lavoro degli ingegneri, dei periti, degli architetti, dei geometri iscritti alle loro cassa di previdenza; poi, scelgano le imprese chi vogliono tra questi professionisti, ma rappresenta comunque un volano importante".

E gli investimenti della Cassa in attività economiche nel Paese non si fermano qui. "Abbiamo anche altre attività -spiega Santoro- come la 'Fabbrica italiana contadini' dove Inarcassa, Enpam, Cassa forense entrano nella filiera del comparto agroalimentare. E' una start up che nasce a Bologna in un'area agroalimentare interessante. E poi anche un fondo partecipato da Invimit, Miur e Inarcassa che punta alla ristrutturazione di scuole a Bologna. Partiremo con 5 scuole che verranno ristrutturare nel comune di Bologna".

"Naturalmente l'attività core di Inarcassa è la previdenza e ovviamente a fronte di contributi previdenziali versati dai nostri iscritti occorre un ritorno previdenziale. Se però si riescono -conclude Santoro- a combinare le esigenze previdenziali con la possibilità di realizzare iniziative che possono essere un volano per i nostri professionisti si raggiunge un doppio scopo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog