Cerca

professionisti

Periti industriali, verso modifica titolo accesso all’albo

Periti industriali, verso modifica titolo accesso all’albo

Roma, 13 nov. (Labitalia) - "Il Parlamento dice sì al progetto di riforma dell’ordinamento professionale che punta a modificare il titolo di accesso all’albo con una laurea triennale o un titolo equivalente. Così, la categoria risponde all’esigenze di qualificazione sempre più elevate che, secondo i dati presentati dal Centro studi, arrivano dal mercato del lavoro". E' quanto si legge in una nota del Consiglio nazionale dei periti industriali, che sottolinea "la promessa dei parlamentari di maggioranza", arrivata oggi all’incontro 'Una formazione, una professione. Per un percorso di innalzamento dei livelli formativi delle specializzazioni tecniche', organizzato in occasione della 63ma assemblea dei presidenti della categoria di tutta Italia.

Il tema della formazione rappresenta una dimensione centrale per il futuro di una professione chiamata ad affrontare una domanda di servizi professionali sempre più qualificata. Rispetto a questo scenario, con il Congresso straordinario di novembre 2014, la categoria ha deciso di innalzare il livello formativo per l’accesso alla professione individuando nella laurea triennale o titolo equivalente a tutti gli effetti di legge (180 Cfu) il futuro requisito formativo necessario per l’iscrizione.

Per raggiungere questo obiettivo, il Cnpi ha predisposto un accordo quadro con le università articolato in diversi punti: un orientamento in entrata (verso l'università) e in uscita (verso l'albo di categoria), un tirocinio negli studi professionali dei periti industriali, un sistema di mutuo riconoscimento tra i crediti formativi universitari e quelli professionali e infine la costruzione di un percorso universitario specifico per la categoria. Ma il traguardo finale potrà essere raggiunto solo con un adeguato riconoscimento giuridico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog