Cerca

professionisti

Torna a Firenze il premio 'Birraio dell'anno'

Torna a Firenze il premio 'Birraio dell'anno'

Firenze, 5 gen. (Labitalia) - A Firenze torna uno dei premi più attesi del panorama brassicolo italiano: 'Birraio dell'anno', il riconoscimento ideato e organizzato da Fermento Birra con la sponsorizzazione di VDGlass, che ogni anno premia il miglior artigiano della birra italiana. Da venerdì 15 a domenica 17 gennaio, sarà il teatro Obihall a ospitare la settima edizione del premio/evento, un vero e proprio tributo alla birra artigianale italiana, nell’anno dei festeggiamenti dei 20 anni dalle prime aperture.

Un appuntamento imperdibile per ogni appassionato, ricco di emozioni birrarie garantite da un'offerta ultra-selezionata composta da 100 birre artigianali alla spina, prodotte dai migliori 20 birrifici artigianali e, novità, dai 5 migliori birrifici emergenti (tutti i produttori sono individuati dalla classifica realizzata interpellando oltre 80 esperti del settore), servite e raccontate dai birrai stessi o dal personale qualificato di Fermento Birra.

Al noto degustatore Lorenzo 'Kuaska' Dabove il compito di pronunciare sabato 16 (inizio premiazione ore 21,30) l’atteso nome del vincitore dell’ambito premio 'Birraio dell’anno', oltre a quello del migliore 'Birraio emergente', riconosciuto al produttore con meno di due anni di esperienza.

L’evento sarà impreziosito sia da degustazioni-show realizzate sul palco del teatro, sia da incontri di approfondimento nell'area dedicata. E, per chi si innamorerà di una o più birre e vorrà acquistare qualche bottiglia, i beershop Firenze Birra e Grand Cru Firenze saranno pronti a soddisfare ogni richiesta con un corner dedicato alla vendita di numerose etichette.

Protagonista anche lo street food di qualità, grazie alla collaborazione con Cucine di Strada che porterà una selezione di truck e banchi ricchi di sfiziosità e gustosi street food come gli hamburger di chianina di Panino Tondo, gli arancini e la cucina siciliana di Ara’, la porchetta artigianale umbra selezionata dal festival Porchettiamo, il lampredotto e il quinto quarto fiorentino a cura di Luca Cai del Magazzino, i Trapizzini, triangoli di focaccia ripieni di sughi della tradizione romana e altre bontà, e ancora le specialità dell'Ape Scottadito con arrosticini e olive all'ascolana direttamente dalle Marche.

Birrai, esperti, appassionati, curiosi, publican, operatori del settore, degustatori e giudici sono stati, quindi, invitati a partecipare a un evento nato per festeggiare la buona birra artigianale italiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog