Cerca

lazio

Con Data Protection Officer arrivano gli specialisti della privacy

Con Data Protection Officer arrivano gli specialisti della privacy

Roma, 22 gen. (Labitalia) - Arrivano i nuovi professionisti della privacy, i Data Protection Officer (Dpo) che aiutano le aziende ad applicare al meglio le nuove normative europee in materia di riservatezza dei dati. A formare i nuovi specialisti è stata Federmanager Roma che, in collaborazione con l’Ordine degli ingegneri di Roma e Uniquality, ha organizzato il primo corso per 'Data protection officer e privacy consultant'. I primi attestati di qualifica ai corsisti che hanno superato l’esame finale sono stati consegnati ieri dal presidente di Federmanager Roma, Giacomo Gargano.

Gargano ha sottolineato l’importanza dell'iniziativa "su un tema di estrema attualità e interesse", ponendo l’accento "sul valore aggiunto che iniziative del genere portano al mercato del lavoro in termini di opportunità occupazionali". “Il successo dell’iniziativa infatti - ha commentato Gargano - è proprio nella sua lungimiranza, nell’averne individuato, già in fase di progettazione, i possibili sviluppi: ossia 'fornire ai colleghi le migliori opportunità per formare nuove professionalità da mettere a disposizione delle aziende e del mercato del lavoro'. Una brillante intuizione del collega Bruno Sbardella, ideatore e coordinatore del progetto".

“L’introduzione del nuovo Regolamento europeo sulla privacy infatti - ha proseguito Gargano- necessita di competenze che attualmente non risultano presenti nel mercato italiano. Tutti gli enti pubblici e la maggior parte delle aziende dovranno applicare a breve un Sistema di gestione della Privacy compliant al nuovo Regolamento europeo, immediatamente applicabile nei 28 Paesi membri, e dovranno avvalersi di un Data Protection Officer (Dpo)".

"In questo caso, -ha aggiunto Gargano- il corso, certificato da Khz (Know How Certification), consente di adempiere al requisito della formazione specifica propedeutico alla certificazione delle nuove figure professionali e l’iscrizione, per il primo anno, a Uniquality, nell’area settoriale specifica UniPrivacy”.

Presenti, alla cerimonia di consegna anche i docenti. Tra questi: il generale della Guardia di Finanza, Gennaro Vecchione; Anna Clementi, avvocato giusconsumerista; Raffaella Marzulli, avvocato, dal 2000 in Assonime nell’area attività d’impresa e concorrenza; Angelo Freni, ingegnere, presidente Uniquality e General Manager di Khc; Agostino Oliveri, Data Protection Officer, Privacy Consultant e Auditor Certificated; Rocco Panetta, avvocato socio equity e responsabile del dipartimento Privacy & It Compliance di Nctm Studio Legale Associato.

"Raggiunti pienamente gli obiettivi del corso: da una parte, primo tra tutti - ha concluso Gargano- quello tecnico di allineamento agli standard europei, di applicazione dei requisiti della legge 4/2013 e dello standard internazionale Uni en Iso/iec 17024:2012, ai fini della attestazione e della certificazione delle nuove figure professionali. Dall’altra, quello di aver offerto ai colleghi un opportunità concreta di candidarsi a pieno diritto a svolgere queste nuove attività professionali che richiedono, in aggiunta alle competenze specifiche, un profilo e un approccio tipico della figura manageriale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog