Cerca

professionisti

Lo chef Parisi: "Bene pdl antispreco, in cucina nobilitare gli 'scarti'"

Lo chef Parisi: "Bene pdl antispreco, in cucina nobilitare gli 'scarti'"

Napoli, 15 mar. (Labitalia) - "Finalmente, approda alla Camera una proposta di legge su un tema che a me è molto caro. Nel mio ristorante 'Era ora', a Palma Campania, ho sempre in carta piatti che nobilitano quelli che vengono considerati scarti. Spesso gli scarti di ortaggi e frutta hanno più fibre della parte nobile e un più alto contenuto di vitamine". Così lo chef Pietro Parisi commenta con Labitalia le misure proposte contro lo spreco alimentare.

Nel suo locale alle falde del Vesuvio, questo cuoco-contadino con i gambi dei broccoli fa una crema che chiama wasabi o un pesto con cui condisce gli spaghetti. Con bucce e propaggini di verdure e frutti, poi, riesce a fare di tutto: le bucce di melanzane messe sott’olio in agro dolce sono ottime per accompagnare i carpacci di carne; mentre con gli scarti del sedano, una volta disidratati e tritati, ottiene un sale perfetto per chi soffre di alta pressione.

Non buttare via quasi niente, recuperare, valorizzare è, dunque, il diktat in cucina di Pietro Parisi: "Più che una cucina degli avanzi, la mia è una cucina degli scarti, di ciò che normalmente viene scartato, gettato via, perché ritenuto meno buono o comunque meno interessante", spiega Parisi, che prima di ritornare nella sua terra d’origine ha viaggiato e cucinato per il mondo, da Parigi agli Emirati Arabi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog