Cerca

professionisti

Con Umana sul mercato primi 12 program manager di rete

Con Umana sul mercato primi 12 program manager di rete

Bologna, 21 mar. (Labitalia) - Si è chiuso a Bologna il primo corso per 12 'manager di rete di impresa', che si offrono oggi a un mercato dall’alto valore aggiunto e in veloce espansione. Esperienza unica in Italia, il corso, organizzato da Umana, agenzia per il lavoro, in collaborazione con Retimpresa e RetInsieme, ha raccolto le esigenze delle aziende che hanno deciso di sottoscrivere un contratto di rete e chiedevano un management in grado di affrontare le diverse fasi di realizzazione e gestione dei programmi di aggregazione. Professionalità molto ricercate, ma che non trovavano fino ad oggi un percorso formativo adeguato e professionalizzante.

L’organizzazione in rete da parte delle imprese italiane è un fenomeno relativamente giovane ma che si sta diffondendo con estrema rapidità. Oggi sono oltre 2.600 i contratti di rete stipulati, che coinvolgono oltre 13.500 imprese in Italia. Si è evidenziata, dunque, la necessità di poter disporre di figure in grado di accompagnare questa crescita, capaci fra l’altro di ottimizzare la gestione del personale, elaborare strategie efficaci, coordinare il lavoro e le competenze specifiche delle aziende, pianificare le azioni di sistema utili a cogliere le nuove opportunità di business e i nuovi mercati.

Il corso, prima esperienza in ambito nazionale, è stato interamente finanziato da Umana attraverso l’utilizzo del Fondo Forma.Temp e si è svolto presso la Fondazione Aldini Valeriani, a Bologna. Un percorso formativo a 360 gradi con l’obiettivo di trasferire le competenze necessarie per supportare le aggregazioni in rete di aziende, dalla conoscenza della normativa specifica al marketing, dall’internalizzazione alla gestione delle risorse umane.

La consegna degli attestati ai primi dodici Program manager di rete, è avvenuta a Bologna alla presenza di Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana, Florenzo Vanzetto, vicepresidente Retimpresa, Paolo Parlangeli, managing director della Fondazione Aldini Valeriani. “Umana - spiega Maria Raffaella Caprioglio - è sempre attenta nel cogliere, e se possibile anticipare, le esigenze delle imprese e ha creduto per prima nel sistema delle reti costruendo fin da subito progetti rivolti alla gestione della flessibilità nei processi di aggregazione".

"Queste nuove figure, prima assenti dal mercato del lavoro, saranno utili alle aziende che hanno già sottoscritto contratti di rete, ma anche a quelle che non hanno finora affrontato questo percorso proprio perché alla ricerca di professionalità specifiche. Oggi i nuovi Program manager di rete potranno aiutare le realtà produttive a cogliere tutte le opportunità e i vantaggi offerti dai modelli di collaborazione fra imprese”.

“La formazione di alte professionalità capaci di guidare le aziende nella costruzione e nella gestione di processi aggregativi - aggiunge Florenzo Vanzetto - è un tassello fondamentale nello sviluppo delle reti di impresa, soprattutto per le piccole e medie. Per questo, Retimpresa ha collaborato con convinzione alla nascita di questo percorso formativo che oggi diploma i primi 12 professionisti in grado di rispondere alle richieste delle aziende e del mercato. Il nostro auspicio è di rinnovare già dal prossimo anno questa esperienza di collaborazione con Umana costruendo un percorso consolidato di alta formazione rivolta alle reti di impresa”, conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog