Cerca

professionisti

Cassa Forense: ok a bilancio 2015, avanzo di 930 mln (+11%)

Cassa Forense: ok a bilancio 2015, avanzo di 930 mln (+11%)

Roma, 3 mag. (Labitalia) - Il Comitato dei Delegati di Cassa Forense, nella seduta del 29 aprile, ha approvato, all’unanimità dei voti espressi, il bilancio d’esercizio 2015. Il bilancio sintetizza la linea di gestione dell’Ente, condivisa dall’intero Cda e dal Comitato stesso, finalizzata al perseguimento di risultati significativi e concreti. Cassa Forense ha, infatti, chiuso il bilancio con un avanzo di esercizio di 930 milioni di euro, con un incremento dell’11% circa rispetto al 2014.

Dal conto economico emerge che i costi sono stati pari a 1.026 milioni di euro, a fronte di ricavi complessivi pari a 1.956 mln di euro. Il patrimonio netto complessivo della Cassa è salito fino a 9.233 mln di euro. Le entrate contributive sono state complessivamente pari a 1.580 mln di euro (un valore superiore del 2% al dato registrato nel 2014) a fronte di 832 mln di euro di uscite per prestazioni (un valore superiore del 4% al dato registrato nel 2014).

Le prestazioni per l’assistenza erogate dalla Cassa sono state di 34,9 mln di euro per indennità di maternità alle professioniste e di 28,3 mln di euro per le altre prestazioni assistenziali. I costi di funzionamento dell’Ente sono stati di 27,51 mln di euro, sostanzialmente in linea rispetto al 2014. La Gestione mobiliare ha evidenziato un rendimento finanziario lordo, su base annua, pari al +4,3%. "Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti e degli obiettivi principali realizzati in circa due anni di lavoro da una squadra che, oltre ad essere impegnata sul territorio, opera a livello nazionale in modo sinergico, continuativo e lungimirante", ha commentato il presidente Nunzio Luciano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog