Cerca

professionisti

Calderone, sfruttiamo sapientemente tutte le nostre competenze

Calderone, sfruttiamo sapientemente tutte le nostre competenze

Roma, 23 mag. (Labitalia) - "Sfruttiamo sapientemente tutte le nostre competenze". A dirlo il presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, in occasione dell’assemblea dei Consigli provinciali di categoria. Tra gli argomenti affrontati: formazione continua, codice deontologico, STP, Ced e abusivismo, normativa anticorruzione, praticantato, commissioni d’esame e convenzioni universitarie.

"Dobbiamo contrastare le nuove spinte -ha spiegato- contro il mondo delle professioni. L'Europa si prepara a riaprire il confronto sui temi professionali, si preannunciano nuove liberalizzazioni ed anche per questo noi ci impegniamo a rappresentare, attraverso il Comitato economico e sociale europeo, la differenza di valore che le professioni producono. Perché se esistono le professioni regolamentate vuol dire che il loro valore aggiunto è importante per cittadini e imprese".

"Anche per questo il Consiglio nazionale dell'Ordine -ha chiarito- attraverso la Fondazione Studi, ha creato un proprio Osservatorio del mercato del lavoro che servirà a leggere tutti i dati legati alle banche dati esistenti in Italia per poi dare una perfetta valutazione delle dinamiche del mercato. Questo, infatti, consentirà ai consulenti del lavoro di essere presente ai tavoli di discussione per indirizzare meglio la creazione delle norme. Noi professionisti siamo contro la semplificazione finta, quella che crea altri adempimenti invece di eliminarne alcuni. Non siamo di certo contro la vera semplificazione".

La presidente ha annunciato anche che il Cno sta proponendo modifiche alla bozza del Jobs Act degli autonomi, sottolineando come questa non debba ridursi al Jobs Act dei parasubordinati, ma debba rappresentare tutti gli autonomi, compresi i professionisti. "Ricordiamo sempre che togliere competenze ai professionisti significa togliere garanzia di legalità ai clienti -ha ribadito- sulla legalità noi abbiamo investito e avendo attribuzioni e riserve in sfera lavoristica molto ampie, accompagniamo imprese e cittadini nel mercato del lavoro".

Marina Calderone ha ricordato come cittadini e imprese abbiano bisogno di professionisti preparati e in grado di dare risposte complessive. Da qui il suo compito di accompagnare gli iscritti ad utilizzare al meglio gli strumenti a loro disposizione. Il Cno è uno strumento utile a far camminare meglio tutte le nostre norme".

Il presidente dell'Enpacl, Alessandro Visparelli, si è soffermato sul bilancio consuntivo 2015, da poco approvato dall'assemblea dei delegati, mostrando alcuni grafici della gestione contributivo-previdenziale, del patrimonio mobiliare e immobiliare e dell'andamento di queste voci registrato nel corso degli ultimi anni. Visparelli ha poi mostrato l'andamento delle spese complessive di gestione dell'ente, il saldo previdenziale, le spese di gestione e l'avanzo di fatturato della Cassa. In conclusione, il Presidente ha mostrato alcuni grafici con la ripartizione del carico dei contributi prima e dopo la riforma adottata dall'Ente e la suddivisione per area geografica.

Il presidente di Fondazione Studi, Rosario de Luca, ha presentato il Festival del lavoro 2016. Prima dell'inaugurazione della settima edizione, i consulenti saranno ricevuti da Papa Francesco in un'udienza a loro riservata per presentare la pubblicazione 'La fatica nelle mani', scritta assieme al dicastero della famiglia del Vaticano e riguardante i temi della famiglia, della società e dell'occupazione. Al suo interno le criticità sollevate dai consulenti, capaci di interpretare i fenomeni di mutazione sociale e le rispettive proposte, che verranno presentate nella conferenza stampa che seguirà l'udienza.

De Luca ha condiviso una riflessione sull'evoluzione di Fondazione Studi, che negli ultimi mesi ha investito molto in risorse umane, competenze professionali e strutture informatiche per garantire la realizzazione degli eventi di categoria e per elevare sempre più la qualità dei servizi offerti agli iscritti e al Cno.

"Una scelta strategica e di campo, che ci ha permesso di produrre, oltre all'intensa attività scientifica per la categoria, anche un'importante attività di comunicazione interna ed esterna, come alcuni programmi televisivi realizzati grazie alla specializzazione e alle capacità acquisite nel tempo dalla nostra struttura. Tanti obiettivi e nuovi progetti che vogliamo mantenere ed implementare attraverso il marchio consulenti del lavoro", ha concluso De Luca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog