Cerca

professionisti

Analogisti, arriva metodo 'Limitless' per equilibrio e benessere

(Video)
Analogisti, arriva metodo 'Limitless' per equilibrio e benessere

Roma, 1 giu. (Labitalia) - Arriva il metodo 'Limitless'. Pratico ed esperienziale, è volto a consentire a tutti di decodificare il linguaggio non verbale con il quale l’inconscio comunica ogni istante gradimenti o rifiuti, bisogni ed esigenze profonde, o invece turbamenti e blocchi. E ciò con l’obiettivo di promuovere un rivoluzionario quanto salutare stile di vita orientato a un benessere profondo e duraturo, permettendo di sprigionare quella energia compressa e misconosciuta che una volta liberata potrà finalmente confluire sui propri obiettivi di vita.

'Limitless' rappresenta il fulcro d’eccellenza del programma di sviluppo del potenziale umano 'Prendi il Volo', lanciato dal fondatore delle discipline analogiche, Stefano Benemeglio. Un programma che permette, quindi, di migliorare i diversi ambiti della propria vita, dai rapporti affettivi alla gestione dell’autorealizzazione personale e professionale.

'Prendi il Volo', infatti, vuole essere un'occasione per entrare in contatto con le proprie emozioni e per apprendere come risolvere conflitti esistenziali profondi che, se irrisolti, finiranno col limitare l’autorealizzazione di sé e la capacità personale di influire positivamente sulla qualità della propria vita.

Protagonista di 'Prendi il volo' è il pensiero come espressione più elevata della mente umana. Attraverso l’ipnosi del pensiero, definita da Stefano Benemeglio 'ipnosi metafisica', sarà possibile accedere ad esperienze topiche che nel tempo hanno condotto l’individuo a maturare un pensiero distruttivo e non più creativo. "Ripristinare l’armonia tra le istanze della ragione e quelle dell’inconscio, tra potere e volere, è un passo indispensabile - spiega Benemeglio - sia per rendere possibile una gestione equilibrata del rapporto tra pensiero razionale ed emotività sia per raggiungere la realizzazione di se stessi e la felicità".

"Solo quando le esigenze e i bisogni della ragione coincidono con i sogni e le emozioni dell’inconscio è possibile ottenere qualsiasi risultato e ciò in armonia con se stessi e in una condizione di libertà, salute e felicità", assicura.

"La finalità delle discipline analogiche - sottolinea Benemeglio - è, infatti, il benessere e la felicità. E l’uomo è felice solo nel momento in cui riesce a perseguire i propri sogni in libertà e in pace con la propria coscienza e la propria dignità. Ed è questo l’obiettivo che intendiamo raggiungere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog