Cerca

professionisti

Duecento partecipanti al convegno nazionale di Assochange

Duecento partecipanti al convegno nazionale di Assochange

Milano, 4 lug. (Labitalia) - Oltre 200 persone hanno partecipato al XII Convegno nazionale Assochange, l’Associazione italiana di change management, che si è svolto nei giorni scorsi a Milano.

Il tema di quest’anno era di grandissima attualità, 'Digital&Social Change: il cambiamento digitale cambia il change management. La sfida a cui sono chiamate le aziende per la spinta della digital transformation', e a discuterne sono intervenuti alcuni tra i principali esperti della tematica del change management e della cultura digital: imprenditori e manager di aziende pubbliche e private italiane e internazionali, amministratori pubblici, operatori culturali, consulenti, professionisti, sociologi.

“È stata una giornata intensa, varia - ha commentato Salvatore Merando, presidente Assochange - e ricca di spunti di riflessione: dai legami della cultura futurista, antesignana del cambiamento e della velocità, al punto di vista del sistema paese Italia e dell’area milanese, dalle riflessioni sociologiche dell’impatto digitale ai temi di ricerca autorevoli sul grado di readiness sul digitale, alle esperienze delle aziende che stanno attuando la digitalizzazione sia verso l’esterno che al loro interno, fino alle riflessioni di piccole e sorprendenti imprese native digitali, dalla posizione del gigante social alle relazioni tra imprenditoria e cultura digitale, e dai punti di vista di chi lavora sul digitale per aiutare a digitalizzare le aziende e a cambiare il change management in ottica digitale”.

Numerose le aziende i cui esponenti sono intervenuti al convegno: Accenture, Agenzia per l'Italia Digitale, Amadori, Avanade, Banca Popolare di Milano, Barilla, ClioMakeUp, Comune di Milano, Datalogic, Digital360, EY, Facebook, Fastweb, Industrie Cartarie Tronchetti, Ismo, Methodos, Scs Consulting, oltre alla curatrice della Mostra su Umberto Boccioni, in corso a Milano, Francesca Rossi, e al sociologo Aldo Bonomi.

“I change manager presenti - ha concluso Merando - si sono portati a casa tante suggestioni autorevoli e solide su un ambito in fortissima evoluzione, tutti entusiasti della reputazione che Assochange si è ormai consolidata nella comunità di business italiana”.

Nel corso della giornata, è stata lanciata anche la terza edizione dell’Osservatorio sul change management in Italia, i cui risultati saranno presentati in un convegno che avrà luogo il 1° dicembre a Milano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog