Cerca

lombardia/milano

Colap, in Lombardia nuovo bando per professionisti iscritti a elenco Mise

Colap, in Lombardia nuovo bando per professionisti iscritti a elenco Mise

Milano, 20 lug. (Labitalia) - "Prima dell’estate finalmente una buona notizia: dalla Regione Lombardia, arriva per la prima volta il bando 'Linea Intraprendo' per i finanziamenti anche a fondo perduto, dove compare esplicitamente il riferimento (tra i beneficiari), al professionista disciplinato dalla legge 4 del 2013, iscritto a un’associazione professionale presente nell’elenco del Mise". Ad annunciarlo la presidente del Colap nazionale, Emiliana Alessandrucci.

“Il bando -spiega- prevede, infatti, tra i beneficiari i professionisti iscritti agli ordini professionali e i professionisti iscritti alle associazioni presenti nell’elenco del Mise e in possesso dell’attestato. La misura favorisce e stimola l’autoimprenditorialità lombarda, mediante l’avvio e il sostegno alle start up e all’ autoimpiego".

“Il riferimento esplicito alla legge 4/2013 -fa notare- è sinonimo di qualità e di garanzia per le istituzioni. Il professionista che vuole cogliere questa opportunità deve fornire garanzia alle istituzioni, del resto anche alle aziende che intendono accedere ai fondi vengono richiesti espliciti requisiti (iscrizione alla Camera di commercio, assenza di situazioni di cassa integrazione et, certificazioni di bilanci etc.); l’iscrizione all’associazione è dunque forma di garanzia di qualificazione, rispetto di norme deontologiche, presenza reale sul mercato etc.".

“A chi ci accusa di chiudere il mercato -sottolinea Alessandrucci- diciamo che il mondo associativo è variegato e ampiamente rappresentativo, quindi un professionista può scegliere l’associazione che meglio rappresenta la sua professionalità senza alcun vincolo, che l’accesso ai fondi essendo un’opportunità richiede vincoli e investimenti e pertanto forme di garanzie. E’ un risultato molto importante -prosegue- frutto di un dialogo costante svolto in molti tavoli dove abbiamo illustrato la legge 4 del 2013 e le nostre proposte, ma è frutto soprattutto di un coordinamento, quello della Lombardia diretto magistralmente da Nicola Testa e da un direttivo vivace e sempre attivo e presente. E' il nostro risultato e se oggi -rimarca la presidente del Colap nazionale- inneggiamo al successo da domani ci attiveremo per renderlo operativo, per non rendere i nostri sforzi vani”.

“E’ un esempio della buona politica che sa ascoltare -sottolinea Nicola Testa, coordinatore del Colap Lombardia- ed è un risultato per i nostri professionisti e per il territorio. Ora trasformiamo questo successo in uno strumento pratico, da subito ci mettiamo a lavoro per aiutare i professionisti a presentare i progetti. Non posso non ringraziare -afferma- l'assessore Parolini (Attività produttive della Regione Lombardia), l’assessore Aprea (Formazione e lavoro) e il presidente della commissione Affari Istituzionali, Carlo Malvezzi, che ci hanno ascoltati e hanno sposato le nostre proposte”.

“Attendiamo le consuete sterili critiche e i soliti attacchi ovviamente - aggiunge Emiliana Alessandrucci- perché, purtroppo, le cose fatte bene nel nostro Paese vengono, ahimé, sempre ostacolate dalle solite lobby e dalle solite miopie, ma noi siamo pronti a schierarci dalla parte della Regione e difendere il nostro operato e le nostre proposte per il bene dei professionisti e del Paese”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog