Cerca

professionisti

Calderone, pronti a dare contributo su riforma studi di settore

Calderone, pronti a dare contributo su riforma studi di settore

Roma, 8 set. (Labitalia) - "Un provvedimento che riguarderà direttamente e indirettamente i professionisti italiani. Ci riguarda come contribuenti ma anche come operatori del settore chiamati a dare un contributo a questa trasformazione proposta dal ministero dell’Economia". Così, intervistata dal 'Corriere della sera', il presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro e del Comitato unitario delle professioni, Marina Calderone, commenta, l'annuncio del Mef sulla riforma degli studi di settore.

Secondo Calderone "tutto ciò che va verso una tassazione effettiva è da noi salutato con favore. In questo modo il contribuente avrebbe la possibilità di accedere autonomamente alle informazioni in possesso del Fisco relative alla propria posizione contributiva in modo da indurlo a valutare con attenzione la situazione dei redditi dichiarati".

Per Calderone sostanzialmente "si tratta di un’evoluzione della compliance nei rapporti con l’amministrazione finanziaria in quanto il contribuente sarebbe in grado di conoscere in anticipo e nella più assoluta trasparenza le informazioni a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per le attività di verifica. Gli studi di settore viceversa seguono una logica del tutto opposta in quanto sia il risultato di congruità sia quello di coerenza sono determinabili solo a posteriori, cioè dopo la chiusura del periodo di imposta".

Per la presidente Calderone "il nuovo indicatore dovrà essere finalizzato a consentire a imprese e professionisti una migliore conoscenza dell’andamento dell’indicatore applicabile nel corso dello stesso anno. Cioè seguendo la logica di rafforzamento della compliance anche in un ottica di persuasione dei contribuenti. Da qui la necessità -rimarca- di conoscere in modo definitivo gli indicatori entro la fine dell’anno precedente".

Il ruolo dei professionisti in questo nuovo modello può essere quello di "promotori della legalità e fornitori di preziose informazioni in merito al corretto sviluppo della conoscenza della realtà economica del comparto e di uno stimolo a un reciproco rapporto tributario finalizzato al contenimento dell’evasione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog