Cerca

professionisti

Federmanager e Ibdo foundation insieme contro diabete e malattie croniche

Federmanager e Ibdo foundation insieme contro diabete e malattie croniche

Roma, 23 nov. – (Labitalia) - Nel 2030 si conteranno circa 5 milioni di italiani affetti da diabete. A livello mondiale, questa malattia colpisce già oggi 415 milioni di persone, assorbendo il 12% circa della spesa sanitaria complessiva. Un’autentica “emergenza sanitaria globale”, come l’ha definita l’Onu. Contro questa e altre patologie croniche Federmanager e Ibdo (Italian Barometer Diabetes Observatory Foundation) hanno sottoscritto oggi un accordo di collaborazione che prevede la formazione di una task force di esperti in materia e la messa in campo di specifici progetti di ricerca.

Lo scopo è quello di suggerire una profonda revisione dei sistemi sanitari che non sono adeguatamente preparati a far fronte allo scenario futuro che presenterà un aumento della richiesta di assistenza sanitaria, di cronicità, di disabilità, di qualità della vita.

"L’invecchiamento della popolazione -ha spiegato il professor Renato Lauro, presidente di Ibdo-: e la diffusione delle cronicità porteranno a un incremento di spesa sanitaria che genererà una serie di costi accessori non sostenibili dal punto di vista economico e finanziario".

"Noi possiamo e dobbiamo intervenire per modificare queste proiezioni – ha aggiunto Lauro- mettendo a punto politiche sanitarie innovative che consistono nella prevenzione, nell’uso delle tecnologie digitali, nell’educazione sanitaria fin dalla scuola e nell’adesione a stili di vita salutari».

Il presidente Federmanager, Stefano Cuzzilla, ha chiarito che "un contributo essenziale in questo viene dal welfare integrativo". "I nostri Fondi sanitari stanno già sviluppando politiche di assistenza e gestionali per far fronte all’evoluzione della domanda di cura e contribuire alla sostenibilità del Ssn negli anni a venire", ha detto. L’accordo si basa anche sullo scambio di competenze. La Commissione Sanità di Federmanager, che è nata quest’anno grazie all’iniziativa del management industriale, potrà beneficiare dell’apporto degli esperti segnalati dall’Ibdo Foundation e, viceversa, contribuire con i propri rappresentanti all’attuazione delle politiche messe in campo dalla Fondazione.

"Da questo incontro di professionalità si origineranno iniziative di ricerca e di analisi per trarne una strategia più focalizzata sul tema della cronicità e sulle possibili soluzioni in tema di governance sanitaria, attraverso un’integrazione tra sanità pubblica e sanità integrativa no profit", ha concluso Cuzzilla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog