Cerca

Milano: il 'grillino' Calise, punto sui non elettori

Politica

Roma, 20 apr. - (Adnkronos) - ''Mi rivolgo ai non elettori. A chi dice: non possiamo piu' appaltare il nostro voto ai professionisti della politica, perche' non ci vuole nulla a essere migliori di questa classe politica''. Lo dice in un'intervista al 'Corriere della Sera' Mattia Calise, 20 anni, candidato sindaco a Milano del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che secondo alcuni sondaggi sarebbe tra il 4,8 e il 5,1 %.

''Gli altri sono partiti vecchi fermi - aggiunge - Noi spenderemo meno di 10mila euro per la campagna elettorale, contro i 6 milioni di Moratti e il milione di Pisapia. Si puo' far politica solo con passione e volontariato''.

''Gli iscritti a Milano al movimento sono 8mila - prosegue - Meta' dei nostri attivisti non sono elettori, ma cittadini partecipativi: e' gia' una piccola rivoluzione democratica. Siamo stufi di una classe politica autoreferenziale, lontana, isolata. Io non offro un pacchetto di promesse: ma un progetto in cui non contano ne' destra ne' sinistra''. Quanto al ballottaggio sottolinea:''Noi non siamo un partito, non diamo indicazioni di voto. I nostri elettori saranno liberi di scegliere il meno peggio''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog