Cerca

Lazio: Di Paolo, bene piano estrattivo, strumento atteso da anni

Cronaca

Roma, 20 apr. - (Adnkronos) - "Finalmente il Lazio ha un Piano delle attivita' estrattive (Prae), uno strumento atteso da tanti, troppi anni. Ringrazio l'assemblea della Pisana e la commissione competente per il positivo contributo e per la celere tempistica relativa all'iter di approvazione". Lo dichiara l'assessore regionale alle Attivita' produttive e alle Politiche dei rifiuti, Pietro Di Paolo.

"Il Piano e' l'atto di programmazione settoriale che definisce gli indirizzi e gli obiettivi di riferimento per la ricerca, l'estrazione e la lavorazione di materiali di cava e di torbiera, nonche' per il recupero delle aree interessate - prosegue - Il Prae costituisce un fondamentale approccio conoscitivo: la fotografia dell'esistente con le linee guida per programmare ed esercitare le attivita' estrattive nel rispetto dell'ambiente. Il Piano contiene, inoltre, le previsioni sulle produzioni future, la stima dei fabbisogni, il censimento di tutte le cave in esercizio e i dettagli relativi".

"Il lapideo laziale - spiega l'assessore - e' richiestissimo all'estero per le sue particolari caratteristiche. La nostra regione, del resto, e' ricca di insediamenti produttivi di pietre ornamentali, di materiali industriali e da costruzione. In questo senso, il Prae rappresenta lo strumento base per sostenere lo sviluppo responsabile del settore. Uno strumento che era atteso da 20 anni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog