Cerca

Lazio: Abbruzzese, approvazione Prae rilancera' settore

Cronaca

Roma, 20 apr. - (Adnkronos) - ''Con l'approvazione in Consiglio del Piano Regionale per le Attivita' Estrattive, la Regione Lazio compie un altro importante e concreto passo che consentira' di rilanciare il settore delle attivita' estrattive, ma anche di potersi distinguere in positivo rispetto a molte regioni italiane che ancora oggi non si sono dotate di una vera e propria regolamentazione. Lo stesso Lazio aspettava questo piano da piu' di venti anni: oggi tante imprese potranno finalmente uscire da una lunga fase di transizione''. Lo ha affermato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio al termine della seduta dell'Assemblea regionale.

''Il piano, redatto con l'aiuto del Ceri (Centro di Ricerca dell'Universita' La Sapienza di Roma) - ha sottolineato Abbruzzese -, attraverso l'utilizzo di un sistema informatizzato dara' una mappatura completa e l'aggiornamento dinamico su tutto il territorio, cava per cava. Questo servira', di pari passo, a tutelare i territori, anche da un punto di vista ambientale, in un sistema di scelte razionali e condivise da Province e Comuni interessati''.

''Il Prae e' di fatto uno strumento strategico, perche' permettera' di entrare a regime con la pianificazione di un comparto produttivo particolarmente significativo dell'economia laziale, che muove piu' di 200milioni di euro. Vorrei inoltre ricordare che il provvedimento che e' stato votato oggi in Aula e' frutto di un ottimo lavoro sinergico sviluppato in pochi mesi dall'Assessorato regionale alle Attivita' produttive con la Commissione Pmi. Un lavoro che e' stato reso possibile anche grazie ad una collaborazione costruttiva tra forze politiche di maggioranza e di opposizione, nella consapevolezza che le attivita' di cava rappresentano non solo una risorsa per il tessuto imprenditoriale, ma anche per la salvaguardia dei livelli occupazionali del comparto estrattivo e della lavorazione dei lapidei'', ha concluso Abbruzzese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog