Cerca

Toscana: Lega Nord, interrogazione in Regione su rischi terremoto

Cronaca

0

Firenze, 20 apr. - (Adnkronos) - A seguito degli ultimi devastanti terremoti a livello mondiale (come in Giappone quest'anno) e a livello italiano (come in Abruzzo nel 2009 e in Umbria e Marche nel 1997), la Lega Nord Toscana, partendo da un'interrogazione presentata alla Provincia di Massa Carrara dal capogruppo Cesare Micheloni, ha presentato un'interrogazione a risposta scritta in Regione Toscana per sapere se le strutture pubbliche toscane siano davvero in grado di resistere a un evento sismico e se le relative verifiche siano condotte in ottemperanza all'articolo 2 comma 3 dell'ordinanza n° 3274 del 23 marzo 2003 del Presidente del Consiglio dei Ministri.

''Questa ordinanza - spiega la vicecapogruppo regionale Marina Staccioli, firmataria del documento insieme al capogruppo Antonio Gambetta Vianna e al consigliere Gian Luca Lazzeri - prevede che le opere strategiche per finalita' di protezione civile e quelle suscettibili di conseguenze rilevanti in caso di collasso siano sottoposte a verifica a cura dei rispettivi proprietari''.

L'allegato 2 elenco B del dpcm del 21/10/2003 sancisce che, tra le categorie di edifici ed opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso, ci sono anche ''edifici pubblici o comunque destinati allo svolgimento di funzioni pubbliche nell'ambito delle quali siano normalmente presenti comunita' di dimensioni significative, nonche' edifici e strutture aperti al pubblico suscettibili di grande affollamento, il cui collasso puo' comportare gravi conseguenze in termini di vite umane''. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media