Cerca

Vinyls: Zaccariotto (Venezia), l'occupazione e' il primo obiettivo (2)

Economia

(Adnkronos) - ''Ai lavoratori e' stato fornito un antidolorifico che si chiama cassa integrazione, che, inutile negarlo, non rappresenta la soluzione al problema, e non rende chiaro cosa stia davvero accadendo a Porto Marghera. Se oggi discutiamo sulla perdita di 170 posti di lavoro, domani potrebbero essere molti di piu' - ha spiegato la presidente della Provincia di Venezia - E' fondamentale che a prevalere siano una direzione ed una progettualita' uniche: vale a dire una politica industriale che quando affronta una volta per tutte il problema della Chimica deve parlare del Paese Italia e non solo Marghera''.

''Questo non e' il giorno dove vanno individuati i capri espiatori, ma va aperta una discussione a 360 gradi, con la partecipazione dell'Eni, che ieri non era presente al tavolo al Ministero. Cosa fa l'Eni, qual e' il ruolo che oggi vuole giocare nella chimica. E poi voglio chiedermi 'ma cosa fanno, cosa faranno i nostri imprenditori?' - ha concluso - Marghera esiste, assieme alle nostre imprese e alle famiglie dei lavoratori, non si possono somministrare ai lavoratori solo dei palliativi, servono cure efficaci e concrete. L'effetto placebo della cassa integrazione, che toglie adesso il dolore, non risolve pero' la malattia. Noi siamo pronti per trovare soluzioni condivise e continuare a fare la nostra parte''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog