Cerca

Amministrative: Udc Piemonte, Berlusconi pensi ai suoi moduli 'farlocchi'

Politica

Roma, 20 apr. (Adnkronos) - ''Il presidente del Consiglio, anziche' occuparsi delle liste altrui, peraltro assolutamente regolari e legittime, dovrebbe preoccuparsi della sua classe dirigente piemontese che ha presentato le liste su moduli 'farlocchi' datati 2006 senza la obbligatoria certificazione antimafia''. E' la replica del coordinatore regionale piemontese dell'Udc, Alberto Goffi, alle dichiarazioni del premier Berlusconi sulle liste patacca.

''Proprio in queste ore e' in corso il deposito da parte di Udc e Fli di un esposto presso la Procura della Repubblica di Torino, perche' la proroga di 48 ore concessa per la ripresentazione totale della modulistica rappresenta una grave violazione della legge, unicamente volta a salvare i due partiti dall'esclusione ex-lege dalla competizione elettorale sulle dieci Circoscrizioni di Torino'', sottolinea.

''Inoltre, ricordo al presidente del Consiglio che e' tuttora in corso un procedimento penale sulla validita' e autenticazione delle firme relative a partiti che si sono rivelati decisivi nella vittoria dell'attuale presidente Cota sostenuto da Pdl e Lega alle elezioni regionali di un anno fa'', conclude Goffi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog