Cerca

1 maggio: Pistonina (Cisl), chi a Firenze si sentiva perseguitato si rassereni

Economia

Firenze, 20 apr. -?(Adnkronos) - ''Siamo grati a Filcams, Fisascat e Uiltucs regionali per aver proclamato lo sciopero del commercio in tutta la Toscana, perche' in questo modo chi a Firenze ha vissuto in questi giorni con l'angoscia di sentirsi perseguitato potra' rasserenarsi''. A dirlo, commentanto la decisione delle categorie del commercio di Cgil, Cisl e Uil di proclamare sciopero in tutti i comuni in cui i sindaci consentiranno l'apertura dei negozi nel giorno della festa dei lavoratori, e' il segretario generale della Cisl di Firenze, Roberto Pistonina.

''L'azione sindacale -afferma Pistonina- non e' mai contro le persone, ma contro le scelte che le persone compiono, se le si ritengono sbagliate. In alcune citta' toscane, per scelta dei sindaci, i lavoratori del commercio no possono festeggiare il 1° Maggio. Lo sciopero e' contro questa scelta e per offrire una protezione in piu' a quei dipendenti del commercio che vogliono comunque celebrare la festa dei lavoratori''.

''Lo sciopero -continua Pistonina- come le tante richieste di incontro che a Firenze abbiamo, finora invano, rivolto all'amministrazione comunale, pone inoltre l'esigenza di affrontare in modo costruttivo e organico il tema della conciliazione delle esigenze del commercio e dei servizi da offrire ai turisti, con quelle dei lavoratori e delle loro famiglie. Un'esigenza finora ignorata a Firenze come in altri comuni toscani''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog