Cerca

Giustizia: Mantini (Udc), attendiamo le scuse di Berlusconi a Milano

Politica

Roma, 20 apr. - (Adnkronos) - ''Perche' da Lassini ci sono le scuse e da Berlusconi no? Questo e' il punto, Berlusconi, riconosciuto ispiratore di questa campagna, deve scusarsi con la magistratura e con Milano per le espressioni che usa e deve contribuire a rasserenare il Paese. E' lui il capolista a Milano e' lui che deve scusarsi''. Lo dice Pierluigi Mantini (Udc) al question time sui manifesti anti pm a Milano.

''La risposta del governo al question time dell'Udc sull'ignobile manifesto di Milano, non e' soddisfacente per quattro evidenti ragioni. La prima e' che non basta la dissociazione di Alfano quando la Santanche' o Capezzone esprimono comprensione e solidarieta'. La seconda e' che, come confermato dal Viminale, Lassini rimarra' in lista e, nonostante le scuse, sara' quindi eleggibile nella lista Moratti. Una vergogna, un insulto per Milano e i cittadini onesti che credono in un Paese ove sia almeno possibile distinguere tra magistrati e terroristi'', sottolinea Mantini.

''La terza ragione e' che l'Associazione autrice della campagna contro i magistrati continua a fiancheggiare Letizia Moratti, forse anche attraverso la concessione degli spazi elettorali da parte del comune. La quarta ragione e' piu' politica e riguarda la campagna di odio e di denigrazione della magistratura fatta dallo stesso presidente Berlusconi che definisce 'cellule rosse' i giudici di Milano'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog