Cerca

Bnl-Unipol: pm, Bankitalia motore immobile della mancata scalata

Cronaca

Milano, 20 apr. - (Adnkronos) - La Banca d'Italia presieduta dal "direttore d'orchestra" Antonio Fazio, ha rappresentato "il motore immobile" della tentata scalata di Unipol a Bnl. E' uno dei passaggi della lunga requisitoria del pm Luigi Orsi nel processo in corso a Milano.

Secondo l'accusa, Fazio fu il "regista dell'operazione quando ancora nessuno degli altri soggetti che poi sarebbero intervenuti era attivo". Fu lui a porre le "premesse per trovare qualcuno che facesse l'operazione", coltivando la sua politica autarchica in difesa dell'italianita' delle banche che sarebbe poi stata esercitata nella vicenda Unipol contro gli spagnoli del Bbvva.

In questa situazione Unipol "fu quasi raccolta per strada" e grazie alla sinergia tra Fazio e Frasca gli venne data la forza per tentare l'impresa di scalare Bnl.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog