Cerca

Bnl-Unipol: legali Unipol, societa' ha agito per tutelare interessi azionisti

Cronaca

Milano, 20 apr. - (Adnkronos) - "Il pubblico ministero ha offerto una lettura non condivisibile della vicenda, perche' testimoni e esperti tecnici ascoltati dal tribunale hanno smentito la tesi dell'accusa, che era gia' stata riscritta in udienza preliminare ed ancora oggi e' stata modificata". Cosi' i legali di Unipol, attraverso un comunicato ufficiale, replicano alle richieste dell'accusa mosse dai pm milanesi nella requisitoria di oggi sulla tentata scalata di Unipol a Bnl.

Le intercettazioni telefoniche "in linea con i documenti e le dichiarazioni di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti nel tentativo di acquisto del controllo della Bnl compiuto da Unipol insieme ad altri alleati nell'estate del 2005, hanno dimostrato che la societa' aveva agito con l'obiettivo di tutelare gli interessi dei propri azionisti, nel pieno rispetto della normativa di settore e sotto la costante vigilanza e guida di tutte le autorita' di controllo bancaria, assicurativa e della Consob".

Quest'ultima, concludono i legali "ha negato che vi sia stata manipolazione del mercato e per questa ragione non si e' costituita parte civile. C'e' fiducia che il giudice penale attesti la legittimita' dell'operazione, cosi' come gia' hanno giudicato alcune corti d'appello in sede amministrativa in relazione al medesimo episodio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog