Cerca

Tav: Regione Piemonte approva legge grandi opere

Economia

Torino, 20 apr. - (Adnkronos) - La Regione potra' intervenire in diversi ambiti come salute, sicurezza sul lavoro e tutela ambientale, sviluppo di opportunita' per le imprese locali, offerta abitativa e ricettiva, fiscalita' agevolata, e cosi' via, durante i cantieri per la costruzione delle grandi opere. A partire dalla galleria geognostica della Maddalena e dal nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione. Lo ha deciso oggi il consiglio regionale del Piemonte approvando, con 43 voti favorevoli e 5 contrari (Movimento 5 Stelle, FdS, IdV e SEL), la legge "Promozione di interventi a favore di territori interessati dalla realizzazione di grandi infrastrutture".

Il provvedimento interviene a favore dei territori interessati dalla realizzazione di grandi infrastrutture per limitarne gli impatti negativi e renderla vantaggiosa per le collettivita', producendo delle ricadute positive e garantendo la sostenibilita' delle trasformazioni. Per questo verranno costituiti alcuni organi di gestione che potranno avvalersi degli osservatori e degli organismi di monitoraggio operanti presso le strutture regionali e provinciali, nonche' di istituti universitari, fondazioni, enti e istituzioni scientifiche specializzate nello studio e nella ricerca nelle materie relative alla legge.

''La Regione Piemonte e' la prima in Italia a dotarsi di una legge sulle grandi opere e le ricadute per i territori interessati'' dice Barbara Bonino, assessore alle Infratsrutture della Regione Piemonte. Di ''atto politico ed istituzionale molto rilevante'' parla Gianfranco Morgando, segretario regionale del Pd, che sottolinea che ''come Pd abbiamo sempre sostenuto che la realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione puo' rappresentare una grande occasione di sviluppo''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog