Cerca

Giappone: Tepco, sostanze radioattive in mare 20mila volte il limite annuale

Esteri

Tokio, 21 apr. (Adnkronos/Dpa) - La quantita' di sostanze radioattive fuoriuscite dall'impianto nucleare giapponese di Fukushima Daiichi e finite in mare - pari a 5mila terabecquerel - e' 20mila volte superiore al limite massimo annuale disposto per l'impianto. A renderlo noto e' stata la Tepco, il gestore della centrale colpita dal sisma e dallo tsunami dell'11 marzo scorso.

Tali sostanze radioattive erano contenute nelle circa 520 tonnellate di acqua ad alta radioattivita' fuoriuscita dal reattore numero 2 dell'impianto. Le perdite sono state rilevate per la prima volta il 2 aprile e sono state fermate il 6, ha reso noto la Tepco.

Ma la quantita' di radiazioni rilasciate nell'atmosfera dall'impianto danneggiato e' di gran lunga superiore a quella finita in mare: le stime parlano di una quantita' pari a 370-630mila terabecquerel di sostanze radioattive disperse nell'atmosfera a partire dall'impianto dall'inizio della crisi, riferisce l'agenzia Kyodo News.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog