Cerca

Roma: adescata in centro per minori, poi costretta a prostituirsi

Cronaca

Roma, 21 apr. (Adnkronos) - Era scappata da un centro di accoglienza per minori, a cui era stata affidata per aver subito violenze sessuali dal compagno della madre, la ragazza romena di 17 anni, picchiata e tenuta segregata per 48 ore in un casolare abbandonato in via Cortona, a Roma. La giovane e' stata liberata nel corso di un blitz dei carabinieri del Gruppo di Roma e della compagnia di Montesacro.

Dal casolare, che si trovava in una zona strategica, a villa Spada, i capi dell'organizzazione controllavano i movimenti delle prostitute in via Salaria ed erano pronti a intervenire in qualsiasi momento.

Cinque le persone arrestate per sequestro di persona, induzione e sfruttamento della prostituzione minorile. In manette 4 romeni, due uomini capi dell'organizzazione e due donne che avevano il ruolo di carceriere. Arrestato anche un 72enne romano, pensionato, che accompagnava in auto le prostitute in strada verso le 19 e la andava a riprendere alle 3 di notte, e provvedeva a portare nel casolare cibo e sigarette. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog