Cerca

Tv, arriva lo show notturno 'Stalk Radio': Dario Cassini apre i microfoni al pubblico

Spettacolo

Roma, 21 apr. (Adnkronos) - "Troppo spesso, guardando la tv, ho avuto una voglia irrefrenabile di intervenire per dire la mia o anche per far notare un congiuntivo sbagliato. Qui si può fare". Cosiì Dario Cassini, apprezzato conduttore e attore comico, parla della sua nuova avventura: la conduzione dell'innovativo talk show notturno 'Stalk Radio' che prende il via il 25 aprile a mezzanotte su Sky Uno, sperimentando una fusione inedita di tv, radio, web e social network al servizio delle voci dei telespettatori.

L'obiettivo è intercettare, raccogliere e raccontare storie vere, senza filtri e censure, in diretta congiunta televisiva e radiofonica. "Il titolo -spiega Cassini- vuole dare al concetto di stalking un'accezione meno negativa di quella a cui siamo abituati: non molesteremo ma certo daremo fastidio".

Il programma nasce da un progetto del vicepresidente di Sky Italia, Andrea Scrosati, che si è ispirato allo stile irriverente e provocatorio celebrato da Oliver Stone in 'Talk Radio' e insieme alla 'vena di follia' che da anni è il marchio di fabbrica dell'Howard Stern Show statunitense. E non a caso 'Stalk Radio' vanta un gruppo di autori molto noti nel panorama televisivo, compreso il fratello di Dario, Riccardo Cassini (i due però non hanno mai lavorato insieme prima d'ora). Insieme a lui, Marco Terenzi e Valdo Gamberutti.

"'Stalk Radio' è la prova che su Sky Uno continuiamo a sperimentare ininterrottamente -ha spiegato il resposabile della programmazione Nils Hartmann- e questa è la volta del nostro primo programma quotidiano notturno in diretta, nel quale il pubblico potrà intervenire, oltre che telefonicamente, anche via Skype, con il videofonino, scrivendo sul sito o su facebook".

Grazie al talento caustico del conduttore, 'Stalk Radio', sarà un appuntamento all'insegna della comicità, della satira di costume, della provocazione, degli interventi dal vivo del pubblico senza limiti rispetto a temi, linguaggio e modalità: 55 minuti imprevedibili di confronto, battute e tormentoni, con una interazione continua tra tv, radio, telefono e web. Personaggi noti (spesso 'agganciati' nei più diversi angoli del mondo via Skype) ma soprattutto persone comuni, complici a sorpresa che faranno da spalla, più o meno involontaria, all'irrefrenabile goliardia di Cassini.

Ogni sera, sarà proposto un tema portante, sul quale telespettatori, radioascoltatori e internauti sono chiamati ad esprimere in diretta il proprio punto di vista: le manie contemporanee, i rapporti uomo-donna, le tendenze, il sesso, i luoghi comuni, lo scandalo del momento o il film di cui tutti parlano, oltre agli spunti di attualità che offre la cronaca ogni giorno. Nella prima puntata, che coincide con il 25 aprile, il tema sarà la 'liberazione', non intesa in senso storico ma sessuale. Seguiranno la sessualità 'flessibile', lo stress, la coppia, per citarne solo alcuni.

Insieme al tema principale, gli spunti saranno offerti dalle telefonate e dal dialogo con gli spettatori, che interverranno con i propri argomenti, sfoghi, racconti notturni in assoluta libertà. Ma anche dalle notizie del giorno: "Saremo in uno studio preso in prestito da SkyTg24 -sottolinea Cassini- e quindi avremo notizie continuamente aggiornate nella stanza accanto. Cercheremo si sfruttare il fatto di essere gli 'ultimi' a commentare da mezzanotte i fatti della giornata appena conclusa e i primi a poter parlare delle notizie del giorno dopo".

Il tutto in un cortocircuito continuo tra il mondo catodico e quello della modulazione di frequenza, una contaminazione tra tutti i mezzi senza schemi fissi: ci saranno momenti che troveranno la sponda ideale sul piccolo schermo ed altri che avranno il loro terminale perfetto nella radio, nelle voci e nella possibilità di 'confessarsi' senza farsi vedere o nella possibilità di commentare live via Internet tutto ciò che accade durante la diretta.

Cassini sarà pronto a provocare, spiazzare e accendere il dibattito. Accanto a lui, in studio, sarà presente una centralinista che filtrerà le telefonate e farà da controcanto ironico al conduttore. "Sarà una vera precaria, che avrà il contratto per una sola settimana, così da lasciarci la libertà di cambiarla se non andrà bene", dice Cassini che sul gradimento interpellerà anche il pubblico. Partner di 'Stalk Radio' sul fronte della modulazione di frequenza è l'agenzia radiofonica Area, che conta circa 200 emittenti abbonate in grado di raggiungere circa 4 milioni di radioascoltatori sparsi in tutte le regioni italiane.

"Crediamo molto in questo programma perché colma un vuoto: è da troppo tempo che l'accesso in tv è negato alle persone comuni, tolti i quiz e la conta dei fagioli", sottolinea Gabriele Immirzi, direttore generale della Fremantle Media Italia che produce il programma per Sky Uno. Molti i mezzi attraverso i quali pubblico ed ospiti saranno coinvolti: via web, su Skype, al telefono. Telespettatori ed ascoltatori possono chiamare il numero verde 800-310538 e inviare sms e mms al numero della redazione 331-6750000.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog