Cerca

Nucleare: Doxa, in Italia contrario il 75% dei cittadini (2)

Economia

(Adnkronos)- In Italia dopo gli accadimenti di Fukushima la percentuale dei contrari al nucleare e' cresciuta al 75% (+4%), i favorevoli sono il 24% (-4%) e gli indecisi 1%. Ma gli italiani manifestano preoccupazione anche relativamente al 'rischio prossimita''. Dalla domanda ''Quanto si direbbe preoccupato dall'ipotesi di un incidente nucleare in Italia originato da un paese vicino o lontano che ha delle centrali nucleari?'' emerge grande preoccupazione per il 60% degli italiani (30% hanno riposto ''moltissimo'' e 30% ''molto''). A costoro si aggiungono un 25% di mediamente preoccupati, mentre i non preoccupati sono solo il 15%.

Il timore e' generato dalla percezione del livello di sicurezza delle centrali situate in altri paesi vicini o confinanti. Infatti alla domanda ''Quanto lei e' d'accordo con l'idea secondo cui le centrali nucleari piu' vicine all'Italia sono opportunamente sicure contro il rischio d'incidenti?'' il 51% degli intervistati si dichiara in disaccordo e solamente il 23% ritiene che gli impianti nucleari degli altri paesi vicino al nostro garantiscano sicurezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog